Svolta ecologica di Costa Crociere: arriva la prima nave a gas naturale liquefatto

Nel cantiere navale finlandese Meyer si è svolto il taglio della lamiera della prima delle due navi di Costa Crociere alimentate con il combustibile fossile più “pulito” al mondo. La consegna a ottobre 2019

13 settembre 2017 | di Giuseppe Orrù
Costa Smeralda: randering
Il randering di Costa Smeralda

Si chiamerà Costa Smeralda e sarà la prima nave da crociera alimentata a LNG (gas naturale liquefatto). Costa Crociere ha scelto di rendere omaggio al meglio dell’Italia e a uno dei luoghi più belli del Mediterraneo, la Costa Smeralda appunto, per battezzare la sua prima nave “ecologica” che inizierà a solcare il Mediterraneo a ottobre 2019. E per il 2021 è attesa la gemella.

Insieme rappresentano una vera innovazione a livello globale e fisseranno nuovi standard per l’intero settore -ha spiegato Neil Palomba, direttore generale di Costa Crociere- saranno infatti tra le prime navi da crociera in assoluto alimentate a Lng e le prime ad essere commercializzate in diversi mercati mondiali, in particolare quelli europei: daranno quindi un impulso allo sviluppo di questa tecnologia green, soprattutto nell’area del Mediterraneo. Inoltre -ha concluso Palomba- saranno navi uniche dal punto di vista dei servizi offerti a bordo e del design”.

Costa Smeralda nascerà in Finlandia

Con il rito del taglio della lamiera, avvenuto il 13 settembre nel cantiere Meyer di Turku, in Finlandia, è iniziata la costruzione di Costa Smeralda, la prima nave da crociera alimentata a gas naturale liquefatto (LNG) disponibile per il mercato mondiale, in particolare quello europeo, Italia inclusa e la prima di questo genere per la compagnia italiana. La nuova nave rientra nel piano strategico di crescita di Carnival Corporation, il più grande gruppo crocieristico al mondo con 10 diversi marchi, tra cui anche Costa Crociere, che prevede la costruzione di sette nuove navi alimentate a gas naturale liquefatto.

Il nome è il frutto di un accordo di collaborazione tra la compagnia italiana ed il Consorzio Costa Smeralda, che si occupa dello sviluppo e della promozione della principale area turistica della Sardegna e detentore del marchio Costa Smeralda. La partnership prevede inoltre una serie di iniziative congiunte che verranno rese note nei prossimi mesi. Gli interni di Smeralda riprodurranno una sorta di tour esclusivo attraverso l’Italia. Partendo dal ponte 4 con Palermo, il viaggio procederà verso Nord attraverso 11 ponti ispirati ad altrettante diverse località italiane come Capri, Roma, Genova, Venezia e Milano.

I numeri di Costa Smeralda

Costa Smeralda avrà una stazza lorda di 182.700 tonnellate e sarà dotata di 2.612 cabine (di cui il 63,7% con balcone) che potranno ospitare un totale di 6.518 passeggeri e 1.682 persone di equipaggio. Sarà lunga 337 metri, larga 42 e con 8,8 metri di pescaggio massimo. Navigherà a 17 nodi con 4 motori, costerà circa un miliardo di dollari e avrà come home ports Savona, Marsiglia e Barcellona. La consegna è prevista nell’ottobre 2019, mentre nel 2021 sarà consegnata una seconda nave, gemella di Costa Smeralda, sempre costruita da Meyer-Turku.

Entrambe saranno alimentate sia in porto che in mare aperto con Lng, il combustibile fossile più “pulito” al mondo. Il gas sarà immagazzinato in serbatoi a bordo delle navi e utilizzato per produrre il 100% dell’energia necessaria alla navigazione e ai servizi di bordo, grazie a motori ibridi a doppia alimentazione. L’utilizzo di questo carburante ecologico permetterà di ridurre in modo molto significativo le emissioni di gas di scarico, in particolare quelle di zolfo (SO2), di azoto (NO2), di CO2 e particolato.

A bordo 750 lavoratori italiani

Le due nuove navi Costa rappresenteranno anche un’opportunità occupazionale per l’Italia. Costa Crociere stima infatti di assumere circa 750 italiani che lavoreranno a bordo di Costa Smeralda e della sua gemella. I nuovi posti di lavoro rientrano nel piano di crescita del personale recentemente annunciato, che prevede 4.500 nuove assunzioni di personale di bordo italiano entro il 2022 da parte del Gruppo Costa e della sua società madre Carnival Corporation.

Costa Smeralda navigherà nel Mediterraneo occidentale. Le sue crociere si potranno prenotare a partire dai primi mesi del 2018 e l’approvvigionamento di Lng verrà effettuato da Shell, probabilmente a Barcellona. Le due navi Costa a Lng, così come quelle di Aida Cruises, fanno parte di un contratto del valore di diversi miliardi di dollari siglato con i due cantieri Meyer di Turku (Finlandia) e Papenburg (Germania). Il contratto con Meyer è il risultato di un più ampio documento di intesa, già reso pubblico, tra Carnival Corporation e i costruttori navali Meyer Werft, Meyer Turku e Fincantieri, per la costruzione di nove nuove navi tra il 2019 e il 2022.

 

Giuseppe Orrù

Potrebbe interessarti anche

Shipping

Costa Crociere, tutte le novità dell’estate 2018

  • 3 ottobre 2017

In attesa dell’arrivo delle nuove navi ordinate, la compagnia genovese riposiziona Costa Victoria nel Mediterraneo e annuncia la vendita di Costa neoClassica. Costa Victoria navigherà tra le Baleari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione