Cranchi presenta il nuovo T 36, il “crossover del mare”. Sull’hard top gli accessori per continuare l’avventura

Mountain bike o canoa? L’importante è proseguire l’avventura in rada o in spiaggia. Da Cranchi un natante con l’animo da crossover e un hard top in grado di accogliere vari accessori proprio come un fuoristrada

15 ottobre 2018 | di Giuseppe Orrù
Cranchi T 36 Crossover: sull'hard top spazio per due bici o due canoe
Cranchi T 36 Crossover: sull'hard top spazio per due bici o due canoe

Nato e cresciuto sul Lago di Como, il cantiere Cranchi ha presentato al Boot Düsseldorf e poi al Salone Nautico di Genova un nuovo modello: il T 36 Crossover, un natante che unisce la razionalità di un trawler e l’emozione di uno yacht da gran turismo. Una barca vivace nelle performance e con un’abitabilità che sa stupire, considerando che lo scafo misura meno di 10 metri.

In coperta il comfort è assicurato dall’hard top e dalla grande area coperta che caratterizza il main deck. Il quadrato è totalmente riparato da cristalli che offrono comfort e protezione, senza opporre barriere alla luce naturale e alla visibilità. Una porta scorrevole in cristallo chiude quest’area rendendo piacevole la permanenza a bordo a qualunque latitudine, nelle ore più calde (grazie all’impianto di condizionamento dell’aria) come nei mesi più freddi.

NESSUN OSTACOLO

Il pozzetto, sia all’interno che all’esterno, si sviluppa su un unico livello, senza gradini: tutto sul T 36 Crossover conferma la promessa di un rapporto immediato, facile e diretto con il mare. Il design degli esterni ha privilegiato ampliare gli spazi vivibili e conferire al profilo maggiore dinamicità e slancio.

Nel cockpit si trovano una comoda seduta e un mobile con grill e lavandino. L’accesso alla spiaggetta, di dimensioni generose, è molto facile. Così come è semplice e sicuro muoversi verso prua, con un camminamento che percorre l’intero perimetro senza ostacoli. A prua c’è spazio per la principale area prendisole, a cui si aggiunge quella presente sull’hard top, utilizzabile quando la barca è erma. L’hard top è un ottimo esempio di versatilità e può essere dotato di selle di bloccaggio che permettono di ospitare due bici, oppure uno stand up paddle o una canoa.

La parte di pozzetto coperta ospita, oltre alla stazione di pilotaggio, un salone con divano convertibile e la cucina. Sottocoperta si libera così spazio per l’area notte, con soluzioni veramente sorprendenti per un’imbarcazione di queste dimensioni. Il T 36 Crossover è proposto con configurazioni alternative: con due cabine e due bagni o con tre cabine e un bagno.

SCHEDA TECNICA

Lunghezza fuori tutto: 11,85 m

Lunghezza scafo: 9,96 m

Larghezza massima: 3,53 m

Pescaggio alle eliche: 1 m

Altezza sopra linea galleggiamento: 4,15 m

Altezza costruzione: 2,45 m

Motori: Volvo Penta 2xD4 EVC/E/DPH (2×300 HP) (2x221kw)

Peso con motori: 8.500 kg

Portata persone: 12

Capacità serbatoio carburante: 600 l

Capacità serbatoio acqua: 190 l

Capacità boiler: 25 l

Capacità serbatoio acque nere: 100 l

Cabine: 2/3

Bagni: 1/2

Posti letto: 6 + 1 (versione 3 cabine)

Carena: Aldo Cranchi

Progetto: Centro Studi Ricerche Cranchi

Art Direction: Christian Grande

Categoria di progettazione: B

 

Giuseppe Orrù

Video di Riccardo Molinari

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione