Da Palermo a Rio De Janeiro in gommone, che sfida!

L'itinerario coinvolge tre continenti e sei nazioni: Italia, Tunisia, Marocco, Isole Canarie, Capo Verde e Brasile, con un totale di circa venti tappe previste. Si prevedono circa 70 giorni di viaggio tra soste programmate e giorni di navigazione

10 febbraio 2015 | di Redazione Liguria Nautica

Sergio DavìSergio Davì è pronto per una nuova impresa, a prova del fatto che la navigazione d’altura è una passione difficile da tenere a bada: una nuova sfida, ancora in gommone e ancora con un alto coefficiente di difficoltà attende Davì e i suoi uomini. Dopo i successi ottenuti nel 2010 con il progetto di traversata invernale “Dai fiori di Sicilia ai fiori d’Olanda-Palermo-Amsterdam 3.000 miglia in gommone” e nel 2012 con la “Nordkapp RIB Mission – da Palermo al Circolo Polare Artico in gommone” (oltre 4000 miglia da Palermo a Capo Nord), Sergio Davì, presidente dell’Associazione Ciuri Ciuri Mare, sta per iniziare la sua terza e ancora più ambiziosa sfida: l’attraversamento dell’Atlantico in gommone. Davì e il suo equipaggio lasceranno gli ormeggi mercoledì prossimo, dal porto di Cala dei Normanni, nella borgata Arenella e inizieranno il loro viaggio alla volta di Rio De Janeiro.

 

La missione sarà compiuta da un equipaggio composto solamente da tre uomini: Sergio Davì, comandante della spedizione, Alessio Bellavista, copilota e fotografo, capitano di lungo corso, Massimo Rocca tecnico di bordo, professionista in elettrotecnica, elettronica e servomeccanismi. I tre viaggeranno a bordo di un gommone Noah 29, battezzato “Elenka”, di appena 8,60 metri bimotorizzato con una coppia di entrofuoribordo diesel da 200HP ciascuno ed adeguatamente allestito ed equipaggiato per la navigazione oceanica d’avventura.
L’itinerario coinvolge tre continenti e sei nazioni: Italia, Tunisia, Marocco, Isole Canarie, Capo Verde e Brasile, con un totale di circa venti tappe previste. Si prevedono circa 70 giorni di viaggio tra soste programmate e giorni di navigazione, quasi 6.000 miglia nautiche, circa 300 ore di navigazione e circa 13.000 litri di diesel

 

Foto monrealpress.it

Argomenti: , ,

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti

  1. enrico ha detto:

    ho letto il commento di Fausto e mi associo alla sua curiosità.
    inoltre mi interesserebbe sapere come verrà affrontato il passaggio costiero in Algeria.
    Esiste un blog del viaggio?
    grazie
    Enrico

  2. Fausto ha detto:

    Sarebbe interessante sapere quali serbatoi ( capacita) possiede il gommone e dove si rifornira’(in particolare tra le isole Canarie) e il sud America.
    Fausto

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione