Debutto ufficiale per il Mia 63, concept d’avanguardia del Cantiere Navale Franchini

Il progetto è stato elaborato da Massimo Franchini, che ha sviluppato molti altri dettagli della barca

30 Luglio 2020 | di Manuela Sciandra
Franchini Mia 63
Franchini Mia 63

Nella suggestiva cornice del porto antico di Ancona, il Cantiere Navale Franchini ha presentato ufficialmente alla stampa nazionale e internazionale il nuovissimo motoryacht Mia 63. Dopo un’accurata messa a punto dei sistemi e degli impianti, l’imbarcazione ha infatti potuto fare il suo debutto in società sfoggiando un concept d’avanguardia che le è valso il claim “Mia 63, oltre i confini, oltre l’orizzonte del XXI secolo”.

Con una lunghezza fuori tutto di 19,20 metri e una larghezza massima di 5,24 metri, il Mia 63 presenta una contemporanea livrea connotata da linee tese, superfici diamantate, una prua unica e mai vista e ampi spazi che garantiscono la massima vivibilità, mantenendo però la linea di cintura bassa e slanciata. Il progetto è stato elaborato da Massimo Franchini, che ha sviluppato molti altri dettagli della barca: dai sedili di pilotaggio e co-pilotaggio a tutte le ferramenta di bordo, dalle bitte ai passacavi, fino ai tientibene.

I layout interni, firmati dall’architetto Marco Veglia, sono disponibili in varie versioni a 2 o 3 cabine, con o senza cabina dell’equipaggio. L’arredamento è altrettanto personalizzabile, basato sulla proposta articolata e flessibile del cantiere ma aperta ai suggerimenti e alle esigenze del singolo armatore.

La disposizione di questo primo esemplare si basa su 3 cabine doppie con tre bagni, cabina dell’equipaggio con bagno proprio e ingresso proprio dal ponte di coperta, per una superficie totale di 55 metri quadrati di spazio abitativo e calpestabile sottocoperta.

La suite armatoriale a tutto baglio dispone di una cabina armadio separata, beauty corner e un salottino indipendente, la spaziosa cabina Vip di prua è arredata nello stesso stile della suite e la cabina ospiti ha letti singoli sovrapposti a L. L’essenza che arreda il primo esemplare è di noce canaletto, mentre i tessuti di arredo sono di Rubelli.

Lo scafo è stato realizzato dall’ingegnere Roberto Prever dello studio Naos di Trieste ed è ottimizzato per l’applicazione dei due propulsori Volvo Penta IPS 950 di 725 cavalli per motore. Bilanciato sulla sua linea di galleggiamento (segno di una perfetta distribuzione dei pesi), questo splendido motoryacht ha dimostrato di avere una carena molto stabile, morbida sull’onda e confortevole durante la navigazione, capace di mantenere l’assetto longitudinale orizzontale anche nella fase di ingresso in planata, senza bisogno dello stabilizzatore di rollio, oggi particolarmente di moda.

Inoltre, dopo le prime prove tecniche successive al varo, che avevano fatto registrare una velocità massima di 27,2 nodi, Massimo Franchini e i tecnici di Volvo hanno deciso di cambiare le eliche da P1 a P2, applicando ai piedi IPS l’elica interna a quattro pale. Il risultato è una velocità massima di poco inferiore ai 29 nodi a 2.570 giri e a mezzo carico di liquidi e di persone.

I consumi sono particolarmente contenuti, rimanendo entro i 280-290 litri/ora complessivi a velocità massima. Alla velocità di crociera confortevole di 22 nodi a 2.200 giri i consumi sono intorno ai 170 litri/ora complessivi, mentre alla velocità di crociera economica di 20 nodi a 2.000 giri i consumi scendono sotto i 150 litri/ora complessivi.

Ora il Mia 63 si appresta a farsi notare in Costa Smeralda e nel cuore della nautica più chic del Mediterraneo, in attesa di mostrarsi al grande pubblico durante il Cannes Yachting Festival e il Salone Nautico di Genova. Abitabilità, stile e performance consentiranno a questa magnifica imbarcazione di soddisfare un variegato numero di appassionati e di fan dello storico marchio Franchini, che dal 1946 continua a regalare ai più raffinati ed esigenti armatori emozioni senza confini.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Lunghezza f.t.   19,20 m

Lunghezza scafo   17.80 m

Lunghezza al galleggiamento   16,95 m

Larghezza   5,24 m

Immersione   1,40 m

Dislocamento   26.000 kg (vuoto), 30.000 kg (pieno)

Carburante   3.500 l

Acqua   1.000 l

Acqua nera   300 l

Motore   2 x Volvo IPS 950

Potenza   2 x 525 kW/725 CV

Velocità massima   29,5 nodi

Velocità di crociera   25 nodi

Concept e styling   Massimo Franchini

Interior design   Marco Veglia

Architettura navale   Roberto Prever – Naos

Argomenti: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. Giorgio G. De Angelis ha detto:

    Barca di grande eleganza.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione