I dieci megayacht più costosi al mondo? Ecco la classifica! FOTO/VIDEO

Dai 210 milioni di euro di Lady Moura ai 630 milioni di euro di Azzam: una vetrina sulle unità più lussuose

18 Ottobre 2015 | di Redazione Liguria Nautica
Azzam, mega yacht costruito da Luerssen
Azzam, mega yacht costruito da Luerssen

I dieci megayacht più costosi al mondo, ecco la classifica delle unità più lussuose, care e attrezzate. Dei veri e propri giganti del mare dotati di ogni comfort e di particolarità di ogni tipo. Una sfida tra facoltosi con l’obiettivo di poter vantare l'”imbarcazione” più lussuosa: super attico, piscine con acqua marina, centri wellness completi di ogni attrezzatura e SPA, sistemi di difesa avanguardistici; anche le ville più costose invidierebbero tali pontenzialità.

Cifre irrangiungibili per i comuni mortali, che vanno dai 210 ai 630 milioni euro. Vi proporremo una panoramica dei dieci megayacht più costosi al mondo, per interesse, curiosità e per sfizio. Poi chi lo sa, in caso di un colpo di fortuna improvviso, ecco qualche consiglio per gli acquisti!

I dieci megayacht più costosi al mondo : la classifica

Al decimo posto troviamo Lady Moura del consigliere saudita Nasser Al-Rashid, acquistabile alla “modica” cifra di 210 milioni di euro: 106 metri di lunghezza e oltre 18 metri di larghezza per quattro piani.

Al nono posto segnaliamo il megayacht Al Mirqab dello sceicco Hamad bin Jassim bin Jaber Al Thani. Le sue architetture nascono dall’ispirazione del progettista di Kusch Yachts, mentre il design interno è il frutto della fantasia di Andrew Winch. Costo: 250 milioni di euro.

Ottava posizione per Dilbar del magnate russo Alisher Usmanov. E’ stato varato nel 2007, un vero e proprio palazzo galeggiante, costruito dai noti cantieri Lürssen. Piscina coperta, palestra, SPA e tante altre particolarità che vi costeranno 263 milioni di euro.

Settima posizione per Radiant di proprietà dell’emiro Abdulla Al Futtaim, valutato 285 milioni di euro. Una lunghezza di 110 metri, per una larghezza di 16 e una stazza lorda di oltre 5mila tonnellate. Lo stile esterno porta la firma di Tim Heywood, mentre l’interior design nasce dall’estro creativo di Glen Pushelburg. Nella dotazione non poteva mancare l’eliporto.

A seguire Pelorus dell’impresario russo Roman Abramovich, unità lunga 103 metri di lunghezza. Fu inizialmente creato per un imprenditore Saudita, poi nel 2003 è stato acquistato da Abramovich. In breve tempo sono stati aggiunti degli stabilizzatori, una base di atterraggio per elicotteri ed alcuni jet sky. Il prezzo si aggira attorno ai 298 milioni di euro.

A metà classifica ecco il megayacht Dubai. Conosciuto anche come il “Platinum”, è lungo 160 metri ed è di proprietà dello sceicco Mohammed Bin Rashid Al Maktoum, sovrano dell’Emirato di Dubai. Gli interni sono stati disegnati da Philippe Starck e può ospitare fino a 115 persone oltre all’equipaggio di 88 membri. Con una grande piscina, un campo da squash ed un eliporto con relativo hangar, lo sceicco non rischia mai di annoiarsi. Il prezzo? 300 milioni di euro.

Medaglia di legno per il megayacht A del russo Andrey Melnichenko. Se ci seguite con costanza avrete letto diversi articoli su quest’unità, l’avevamo avvistata prima a Portofino e poi in Sicilia. L’imbarcazione, realizzata nel 2008 dai cantieri tedeschi Blohm & Voss, è sospinta da due motori diesel Man RK280 da 6.035 cavalli l’uno, gli interni sono all’insegna del lusso, sovradimensionati e caratterizzati da una monocromia di base che vige in ogni ambiente interno, i materiali utilizzati nel layout sono soprattutto legno, vetro, acciaio, cuoio e onice. Costo 324 milioni di euro.

In terza posizione segnaliamo Serene di proprietà di Yuri Scheffler. E’ stato costruito e allestito da Fincantieri Yachts e concepito dall’architetto navale e designer Espen Oeino. Si sviluppa su tre piani serviti da ascensore panoramico e conta 12 suite per 24 ospiti. Per far viaggiare il Serene è necessario un equipaggio di 50 marinai, è fornito di vasca idromassaggio con acqua calda e fredda, piscina sulla terrazza, solarium, un sottomarino, una sala dedicata ai bambini e un cinema. Lungo 134 metri per quasi 19 metri di larghezza, è stato completato nel 2011. Il suo valore è di 330 milioni di euro.

Al secondo posto ecco l’Eclipse, altrà proprietà di Roman Abramovich. Questo megayacht è lungo 161 metri, è attrezzato di quattro motori diesel a propulsione per una velocità massima di 25 nodi, conta un equipaggio di 70 unità. Sono presenti 18 cabine per 36 ospiti complessivi.  Possiede due eliporti, due piscine ed una discoteca, oltre a tre garage per altrettante barche ed un sommergibile capace di scendere fino a 50 metri di profondità. A bordo troviamo un sistema anti intrusione con difesa missilistica, ma l’optional più strano è il dispositivo anti-paparazzi, ovvero un sistema di laser che sonda continuamente il territorio in cerca di elementi CCD (ovvero quelli che costituiscono le macchine fotografiche). Un gioiello dal valore di 485 milioni di euro.

Al primo posto della classifica dei dieci megayacht più costosi al mondo troviamo Azzam dell’emiro Sheikh Khalifa bin Zayed Al Nahyan. Un gigante del mare del valore di 630 milioni di euro, l’unità è stata costruita in tre anni dai cantieri Lürssen. Lunghezza di 180 metri e larghezza di 22, per una velocità che sfiora i 32 nodi, è alimentato da una combinazione di due turbine a gas e due motori diesel che erogano una potenza complessiva di 70 MW (94.000 cv).

Lo yacht dispone di un salone principale con una lunghezza di 29 m ed una larghezza di 18 m, completamente sgombro e libero da pilastri. E’ dotato di un sistema di difesa antimissile e due eliporti oltre a un piccolo sottomarino, un cinema, un ristorante e una discoteca. Il capolavoro galleggiante dell’ingegnere Mubarak Saad al Ahbabi vanta la firma del francese Christophe Leoni per il design degli interni, e quella dello studio milanese Nauta Yachts per gli esterni.

A seguire una fotogallery e un video dedicato al vincitore fra i megayacht più costosi al mondo. Abbiamo inserito anche una fotogallery dedicata a Yacht A, con foto esclusive di Liguria Nautica.

Le immagini dedicate ad Azzam sono state prese dai seguenti siti: www.wanderlustcharters.com, www.businessinsider.com, yachtnews.altervista.org

Le foto di Yacht A sono di proprietà di Liguria Nautica, riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Paolo Bellosta

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

2 commenti

  1. Cirro Bacone ha detto:

    Bellissimi, scafi puliti,ottimi,si nota purtroppo che non sono state applicate le ultime scoperte fatte in carena.

  2. Narese ha detto:

    Qualche errore e qualche clamorosa omissione.

    Perche e’ stato omesso “al Said” 155 metri, costo circa 400 milioni di Euro di proprietà del Sultano dell’Oman Qaboos Bin Said Al Said, che in piu occasioni ha navigato nelle nostre acque?

    Anche di “Topaz” e di “Prince Abdulaziz”, entrambi con i loro 147 metri a pari merito al quinto posto tra gli yachts privati piu grandi al mondo, non fate alcuna menzione.

    Evidentemente il redattore dell’articolo non si e’ bene informato. Fate voi stessi una breve ricerca su Internet. Vi suggerisco la seguente stringa:

    http://www.superyachts.com/largest-yachts/worlds-largest-yachts-live.htm

    Buon vento dal Narese.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione