Diportista genovese salvato al largo di Varazze

L’uomo partito da Andora in direzione Genova, non riusciva a rientrare in porto a Varazze, con il motoe e il Gps fuori uso. La Guardia Costiera lo ha individuato grazie a un razzo di segnalazione

23 luglio 2012 | di Redazione Liguria Nautica

Straordinari per la Capitaneria di porto di Savona, mobilitata per soccorrere un diportista in difficoltà rimasto nelle acque antistanti Varazze col solo motore ausiliario del suo yacht. In condizioni meteo proibitive il diportista ha lanciato l’allarme senza però riuscire a segnalare la sua posizione, perché anche il gps era fuori uso. La motovedetta CP 863 è riuscita a rintracciare il natante solo dopo aver richiesto al diportista di lanciare un razzo di segnalazione.

 

L’uomo, genovese, era uscito da solo con la sua barca da Andora per far rotta verso Genova, ma, giunto nelle acque antistanti Varazze, spaventato dalle segnalazioni via Vhf di peggioramento delle condizioni meteo, ha tentato di tornare in porto, ma né il motore principale né quello ausiliario erano in condizioni tali da favorirne l’agevole rientro.

 

Una volta raggiunta l’imbarcazione, la Guardia Costiera si è accertata delle buone condizioni di salute del diportista e ha trainato il natante fino in porto a Varazze.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. Emilio ha detto:

    Il fatto raccontato non e esatto invece e andata cosi il diportista partito da Andora in direzione Genova e un esperto velista domenica mattina con 48 nodi di vento e mare lascio a voi immaginare a navigato sino ad Arenzano conoscendo bene l’ubicazione del porto di Voltri anche se era notte e gps fuori uso non avrebbe avuto problemi ma una tromba d’aria improvvisa e raffiche oltre 50 nodi a messo a dura prova l’uomo che dovendo ripiegare su un altro porto senza gps fuori uso non riusciva a individuare il porto cosi costretto a chiamare soccorso che con una segnalazione di due razzi l’anno individuato constatando che l’uomo era stremato ma in buona salute lo anno scortato sino dentro il porto di Varazze dove lui li seguiva a motore riuscendo a ormeggiare. Un elogio alla Guardia Costiera Che con professionalità è riuscita in quelle condizioni estreme è riuscita a intervenire

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione