E' arrivato a Genova lo yacht del sultano dell'Oman

La nave, ancora allo stato grezzo, si trasformerà probabilmente in un super yacht extra lusso di oltre 100 metri. Il lavoro verrà realizzato dai Cantieri Mariotti.

3 novembre 2014 | di Redazione Liguria Nautica

Volevamo vedere per credere. Come già anticipato da Liguria Nautica nei giorni scorsi ha appena fatto il suo ingresso nel Porto di Genova la misteriosa “Nave Nera” dell’emiro dell’Oman (foto di Ship2Shore.it). Si tratta di un’imbarcazione ancora allo stato grezzo che verrà plasmata e trasformata proprio nel capoluogo ligure in un mega yacht extra lusso di oltre 100 metri. I lavori sono stati commissionati ai Cantieri Visentini proprio per i Cantieri Mariotti di Genova. Nei prossimi giorni sapremo sicuramente qualche particolare in più sullo sviluppo dei lavori e sulle caratteristiche dettagliate del futuro “gioiello” del sultano dell’Oman. Un’occasione da non perdere per il Made in Italy. Stay tuned.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 commenti

  1. Paolo ha detto:

    Vorrei sapere gentilmente dv sn gli uffici della ditta Marriotti

  2. Svnarese ha detto:

    Per clapat, puoi contattarmi a svnarese@gmail.com

  3. Cesare Capitani ha detto:

    Non credo proprio che si tratti di un nuovo megayacht per il Sultano dell’Oman, S.M Qaboos bin Said Al Said.
    Qaboos ha ordinato qualche anno fa un nuovo megayacth il Al Said di 155 metri dal cantiere Lurssen, come giustamente segnalato da SVnarese, all’epoca il piu grande yacht privato esistente, oggi il quarto al mondo (dopo il Azzam di Khalifa. l’Eclipse di Abramovich e il Dubai di Maktoum). Non penso che lo sostituirà a cosi breve scadenza visto che il precedente megayacht di Qaboos, costruito in Italia dalla Picchiotti di 104 metri era stato costruito nel 1982, per cui ha sostituito la barca dopo 27 anni. Il precedente Al Said (quello costruito dalla Picchiotti) effettivamente e’ ora di proprieta’ del Ministero del turismo omanita che lo utilizza per rappresentanza e charter ed e’ stato ribatezzato come Loaloat Al Behar.
    Se la barca che segnalate Voi fosse di proprieta’ di S.M. il Sultano Qaboos (mai chiamarlo ridutivamente Emiro) l’unica ipotesi che mi viene in mente e’ quella che sia la possibile sostituizione non del Al Said, ma della sua barca appoggio, cioe di Fulk Al Salamah (che significa Nave di Pace), imbarcazione di 135 metri di trasporto anfibio e di logistica progettata e costruita da Bremer Vulkan e di proprieta della Reale Marina Omanita, costruita nel 1987 e che scorta il Al Said ovunque si sposti con a bordo oltre agli ospiti, due elicotteri di produzione italiana piu’ altre attrezzature per garantire la sicurezza del Sultano.
    Concludendo, l’imbarcazione di cui pubblicate la foto a Genova non e’ probabilmente il nuovo megayact del Sultano dell’Oman, S.M. Qaboos bin Said Al Said.

  4. Clapat ha detto:

    @Svnatrse
    Posso contattarti in privato per favore?
    Mille grazie

  5. Svnarese ha detto:

    A me sembra una grande balla!
    Il megayacht del Sultano dell’Oman, Qaboos Al Said (non Emiro come dite voi) si chiama “Al Said”.
    E’ stato costruito dai Cantieri Lurseen, e’ lungo 155 metrii e largo 24 metri ed attualmente e’ ormeggiato nel porto di Mascate!
    Conoscendo il Sultano non ritengo che acquisti un’altro megayacht, avendo provveduto ad acquistare l’attuale Al Said solo qualche anno fa in sostituzione del precedente Al Said che era stato costruito in Italia e che e’ stato da lui donato al Ministero del turismo dell’Oman.
    Se desiderate delle foto dell’Al Said ve le posso fornire, ma sono anche visibili su Internet, in particolare sul sito dei cantieri Lurseen.

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione