Ecco il nuovo Ferretti Yachts 860: l’evoluzione del concetto di flybridge

Ferretti Yachts 860, il nuovo progetto del cantiere di Cattolica, è l’evoluzione del concetto di flybridge, una nuova sinfonia che proietta il brand nel futuro. Quattro cabine e 32 nodi di punta

25 Novembre 2021 | di Giuseppe Orrù

Il nuovo Ferretti Yachts 860 viene presentato come una “nuova sinfonia”. E’ quella con cui il cantiere di Cattolica ha creato un flybridge all’avanguardia per soluzioni progettuali e alta tecnologia, dove gli elementi stilistici e architettonici sono armonizzati in ogni minimo dettaglio.

Questo progetto, dal design accattivante, si distingue per comfort, forte attenzione al benessere, prestazioni, ottimizzazione degli spazi e diverse possibilità di personalizzare la configurazione degli ambienti, in elegante stile made in Italy.

Frutto della collaborazione tra il Comitato strategico di prodotto Ferretti, presieduto dall’ingegner Piero Ferrari e il Dipartimento Engineering Ferretti Group, Ferretti Yachts 860 è il terzo yacht sviluppato dall’architetto Filippo Salvetti per il design degli esterni e dallo studio Ideaeitalia per la progettazione degli interni.

GLI ESTERNI

Gli esterni presentano varie innovazioni che elevano lo yacht al di sopra degli standard del segmento di mercato. Tra queste spiccano l’introduzione delle vetrate a tutt’altezza e delle potenze laterali in cristallo, che scandiscono il profilo filante e imponente modulandone le linee, le vetrate a scafo e quelle della sovrastruttura.

GLI INTERNI

Il design degli interni è dominato da linee tondeggianti e armoniche. Si notano la scala sinusoidale sul ponte principale, che consente l’accesso al ponte inferiore e attorno a cui ruota tutto il layout, i mobili freestanding e le curve geometriche ispirate all’art déco.

La versatilità degli interni si traduce in un progetto che lascia all’armatore ampia scelta di interpretare la propria esperienza a bordo. Anche qui si ritrovano soluzioni di continuità tra interni ed esterni, grazie anche alla presenza di vetrate apribili sulle due murate.

L’ebanisteria classica si alterna ad un’estetica fresca e contemporanea. Ferretti Yachts 860 sarà disponibile nei due mood classico e contemporaneo: il primo interpretato da colori scuri e caldi con contrasti importanti, il secondo da colori chiari e freschi, con tinte tono su tono fino al total white.

Il layout del ponte inferiore prevede 4 cabine: la cabina armatoriale a centro barca, la Vip a prua, e due doppie, una con letto matrimoniale e l’altra con letti separati, tutte con proprio bagno a suite.

PRIVACY E COMFORT

La cucina è multifunzionale a seconda delle esigenze di mercato, e verso prua si trova la plancia di comando semi-rialzata, ben separata dalla area guest, con i flussi progettati per accrescere maggiormente i livelli di privacy dell’armatore e dei suoi ospiti. La cucina e la zona di servizio sono separate dal salone per mezzo di porte scorrevoli. Dalla plancia di comando si accede direttamente ai locali equipaggio a cui sono dedicate due cabine doppie con bagni privati.

Il pozzetto si presenta come una grande area delimitata a poppa da un parapetto in cristallo e arredato con due divani contrapposti ed un ampio tavolo centrale. Comodo l’ingresso da entrambi i lati alla beach area, da cui si accede al garage che può contenere due water toys, un tender di 3,95 m e una moto d’acqua a due posti.

Il flybridge può essere configurato con arredi freestanding che affiancano un grande mobile bar multifunzione, l’area dinette per otto persone e una jacuzzi a poppa, su richiesta. Il comfort è garantito da un hard top disponibile in tre differenti configurazioni: vetro fisso, apribile o con lamelle oscuranti. Spicca a prua un’area convertibile da zona pranzo a grande prendisole.

I MOTORI

Ferretti Yachts 860 sarà equipaggiato con una coppia di MAN V12 della potenza di 2.000 mhp, che permettono di raggiungere i 27 nodi di velocità ad andatura di crociera e i 32 nodi di velocità massima (dati preliminari). Disponibile anche la motorizzazione con due MAN V12 da 1800 mhp, che permettono di toccare i 24 nodi di crociera e i 28 di velocità massima (dati preliminari).

Su richiesta, infine, si possono installare stabilizzatori Seakeeper o pinne idrauliche Zero Speed, per configurare lo yacht secondo le proprie esigenze di navigazione e ormeggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione