Ecco il primo natante anfibio registrato in Italia: porta l’aperitivo in spiaggia

E’ stato iscritto nel Registro Navi Minori e Galleggianti della Capitaneria di Porto di Genova nel giugno 2018, AC6 è il primo natante di questa tipologia registrato in Italia. La proprietaria è Spiagames, un’agenzia di comunicazione

11 ottobre 2018 | di Giuseppe Orrù
L'anfibio Toyota dell'agenzia Spiagames
L'anfibio Toyota dell'agenzia Spiagames

Se quest’estate vi è sembrato di aver visto un fuoristrada galleggiare tra le onde del mare, non vi siete sbagliati. Non si è trattato di certo di una manovra maldestra del conducente, ma di uno dei due mezzi anfibi dell’agenzia di comunicazione Spiagames di Begamo. E se la curiosità vi avrà fatto avvicinare a questo strano mezzo, probabilmente sarete tornati sotto l’ombrellone con un aperitivo offerto. Il merito è di Spiagames, agenzia innovativa, che ha pensato di trasformare un tranquillo e classico aperitivo in spiaggia in un qualcosa di unico e assai più avventuroso.

Per Aperol Spritz, Spiagames infatti ha portato i drink direttamente dal mare, sbarcando sulle spiagge con un mezzo anfibio personalizzato. E per farlo ha immatricolato il primo natante anfibio in Italia, iscritto nel Registro Navi Minori e Galleggianti della Capitaneria di Porto di Genova nel giugno 2018, grazie anche alla collaborazione dell’agenzia marittima Senage.

I MEZZI

Il cuore dell’attività sono i due anfibi, denominati AC7 e AC6, prodotti per l’agenzia Spiagames da un artigiano specializzato nella realizzazione di questi mezzi speciali. La base è una Toyota Land Cruiser, un’auto robusta e affidabile, su cui vengono eseguite le modifiche necessarie a renderla galleggiante e a cui viene aggiunto un motore nautico.

Le caratteristiche di mobilità terrestre non vengono alterate, così come l’aspetto esterno e le finiture della cabina di pilotaggio. La struttura è però resa ermetica e l’albero motore è collegato a un idrogetto Alamarin, posizionato sopra il semiasse posteriore, che garantisce un’elevata mobilità in acqua e al tempo stesso non incrementa il peso e presenta un ingombro molto contenuto. Infine è stata aggiunta sui bordi un’abbondante copertura in poliuretano a fungere da paraurti, proteggendo così il veicolo a 360° e incrementando la galleggiabilità.

Altre modifiche hanno interessato poi non l’aspetto nautico ma quello operativo. Il cassone è stato infatti modificato da MadCat che ha realizzato una cellula che, una volta aperta, diviene una postazione per la somministrazione del prodotto e una base per il dj. Ovviamente il tutto colorato di arancione Aperol Spritz.

A meno che non abbiate partecipato ad una tappa dei tour che hanno percorso il Mediterraneo, difficilmente avrete già visto qualcosa del genere: essendo stato iscritto nel Registro Navi Minori e Galleggianti presso la Capitaneria di Porto di Genova nel giugno 2018, AC6 è il primo natante di questa tipologia registrato in Italia. Inoltre la società internazionale RINA ne ha rilasciato il certificato di classe.

LO SBARCO

L’area di sbarco viene delimitata, riservando un quadrilatero di almeno 6 metri per 10, attiguo alla battigia. Sul bagnasciuga e sul tratto di mare antistante vengono posizionate bandiere e boe per creare un corridoio sicuro per il mezzo anfibio, secondo le indicazioni fornite dalla Capitaneria di Porto competente.

L’alaggio in acqua dell’anfibio viene effettuato in un’altra località rispetto a quella dove avviene poi lo sbarco, così da far vivere al pubblico una navigazione autentica e far visionare il mezzo mentre affronta una vera traversata. La navigazione avviene con l’anfibio chiuso e un equipaggio composto dal pilota e da un meccanico specializzato, seguiti da un gommone con a bordo una persona di supporto e un operatore foto/video. Una volta avvenuto lo sbarco, l’anfibio in 6 minuti viene aperto e diviene una postazione per la somministrazione del prodotto e per il dj set.

Ai presenti (maggiorenni) viene offerto un Aperol Spritz e vengono distribuiti gadget dalle ragazze dallo staff, che si occupa infine, al termine dell’attività, di chiudere il mezzo e ripulire l’area.

SCHEDA TECNICA

TOYOTA/ALAMARIN AMPHICRUISER 4X4 2018

Telaio: Toyota Land Cruiser HZJ79

Motore: Toyota 4164 cc, 6 cil, 100 kW/136 HP Diesel, EURO 5

Cilindrata: cm3 4164

Potenza: kW (Cv) 100 kW (136)

Inquinanti: omologazione Euro 5

Cambio: Toyota manuale/5

Idrogetto: tipo Alamarin

Lunghezza: 555 cm

Larghezza: 227 cm

Altezza: 221 cm

Passo: 318 cm

Tara con conducente: 2.800 kg

Portata: 700 kg

Peso totale a terra: 3.500 kg

Velocità massima su terra: 120 km/h

Velocità massima in acqua: 5 nodi

Numeri del tour estate 2018:

Sbarchi: 29

Miglia nautiche percorse: 83

Ore di navigazione: 33

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione