“Esportare la dolce vita”: la pubblicazione del Centro Studi Confindustria mette in evidenza la nautica

Esportare la dolce vita mette in evidenza le qualità del settore e l'unicità della nautica, prendendo come esempio il Cantiere San Lorenzo che ha iniziato la sua storia nel 1958

3 Maggio 2016 | di Redazione Liguria Nautica

E’ stata presentata a Milano, presso la sede del Touring Club Italiano, la settima edizione di “Esportare la dolce vita“, la pubblicazione annuale del Centro Studi di Confindustria, in partnership con Prometeia, che analizza le prospettive di crescita dei più significativi beni del «bello e ben fatto» italiano (“bbf”) nei mercati emergenti reputati a maggior potenziale per l’export italiano.

Tra questi beni, quest’anno il Centro Studi ha scelto di concentrarsi sul sistema alberghiero italiano di fascia alta e sulla nautica come vetrine di promozione dei prodotti made in Italy.

In particolare, per quanto riguarda la nautica, è stata valorizzata l’unicità di un bene come lo yacht, prodotto di eccellenza del made in Italy, che funge, in particolare nei Paesi emergenti, da “vetrina mobile” di tutta una serie di prodotti del “bello e ben fatto” nei settori dell’arredo, del tessile e del design. A rappresentare, per tutti, questa unicità, il cantiere Sanlorenzo che dal 1958 produce imbarcazioni realizzate su misura  secondo  lo stile e le esigenze di ogni singolo armatore. In questi ultimi  10 anni ha coinvolto oltre a designer come Rodolfo Dordoni, Antonio Citterio/Patricia  Viel  e  Piero  Lissoni,  le  aziende di arredamento più rappresentative  della  qualità  e  del  gusto  contemporaneo italiano.

Secondo  Massimo Perotti, patron del cantiere Sanlorenzo,  la  grandezza  dell’imprenditoria  italiana  che riesce a coinvolgere  i consumatori cinesi, russi, brasiliani, arabi e di ogni nuovo mercato, sta nella “capacità di pensare all’inconsueto e renderlo possibile,  anche  attraverso un elevatissimo livello di personalizzazione. È questo che  colpisce maggiormente i designer internazionali che bussano alla porta delle  nostre  aziende,  consci  che solo da noi c’è quell’indotto e quella creatività che hanno reso mitico il made in Italy”.

L’Italia è leader mondiale nella nautica da diporto, primo esportatore della cantieristica nautica seguito da Stati Uniti, Germania e Regno Unito e primo Paese nel rank mondiale degli ordini di superyacht. Da sola, l’Italia ha più ordini (284 nel 2015) che i 4 produttori competitor insieme (Taiwan – 74 ordini -, Turchia – 71 -, Paesi Bassi – 68 -, Regno Unito – 64 -)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione