Finalmente arriverà il Sistema Telematico Centrale della nautica

È stato approvato dal Consiglio dei Ministri lo schema di regolamento che definisce le modalità di funzionamento del cosiddetto SISTE, il registro telematico della nautica da diporto

12 novembre 2013 | di Redazione Liguria Nautica

Grazie ad una norma contenuta nella  scorsa legge di stabilità,  che ha istituito presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Sistema Telematico Centrale della Nautica da Diporto (SISTE), è stato approvato dal Consiglio dei Ministri dell’8 novembre uno schema di regolamento che ha definito le modalità di funzionamento del nuovo sistema elettronico.

 

“Questo sistema – ha spiegato il ministro Maurizio Lupi – porterà una radicale semplificazione e razionalizzazione delle procedure e consentirà, attraverso appositi sportelli diffusi su tutto il territorio nazionale, e in parte coincidenti con gli attuali uffici delle Capitanerie di porto e della Motorizzazione civile, la progressiva informatizzazione della tenuta dei registri di iscrizione e la digitalizzazione delle formalità relative al rilascio dei documenti delle unità da diporto”.

 

Al contempo il sistema permetterà di introdurre misure volte ad arginare fenomeni fraudolenti, consentendo (speriamo) un rapporto sinergico tra Pubblica Amministrazione ed operatori del settore volto a garantire l’acquisizione di elementi conoscitivi utili alla identificazione delle unità da diporto. Il provvedimento prevede infine un’ulteriore misura di semplificazione, tesa alla dematerializzazione dei contrassegni relativi ai contratti di assicurazione per la responsabilità civile verso i terzi per i danni derivanti dalla navigazione delle unità da diporto.

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

Imbarcazioni: l’estimo navale e il valore dell’usato

  • 22 febbraio 2017

Quando si parla di imbarcazioni e soprattutto del valore dell’usato non è difficile imbattersi in fantasiose tabelle e indicatori che dovrebbero indicare (probabilmente con assoluta certezza) il valore medio di un’unità da mettere in compravendita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti

  1. Pietro ha detto:

    avanti con la burocrazia… fra qualche anno avremo un altro mostro burocratico mangiasoldi!!!

  2. Gianni ha detto:

    Ora devono permettere a tutti i proprietari di imbarcazioni di presentare istanza alle capitanerie di appartenenza per essere volontariamente controllati a partire da gennaio 2014.
    Aiutiamo gli armatori onesti.
    Solo cosi si potra’ dare una svolta positiva al futuro del diporto in Italia.

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione