Fincantieri e il tiro mancino dello sceicco

Lo sceicco arabo che aveva firmato con Fincantieri un contratto per la costruzione di un megayacht di 170 metri (il valore della commessa si aggira intorno ai 350 milioni di euro) ci ha ripensato. Non si tratta di uno stop definitivo, ma la preoccupazione è tanta

28 Marzo 2013 | di Redazione Liguria Nautica

Fincantieri, guai in vista. Lo sceicco arabo che aveva commissionato un megayacht da 170 metri all’azienda, dopo aver firmato il contratto, ci ha ripensato, e la costruzione, originariamente in programma a partire dal luglio prossimo negli stabilimenti di Muggiano (La Spezia) e Riva Trigoso (Genova), è stata sospesa.

 

Qualora lo “stop” si rivelasse definitivo, si tratterebbe di un brutto colpo per Fincantieri, che di certo non sta navigando in buone acque: il valore della commessa, trapela da fonti aziendali, si aggirerebbe intorno ai 350 milioni di euro. Inoltre la realizzazione dell’imbarcazione impiegherebbe almeno per un anno i 620 dipendenti di entrambi gli stabilimenti.

 

Resta da capire il motivo del ripensamento del nababbo, anche perché Fincantieri rimane piuttosto abbottonata sull’argomento. Riportiamo soltanto una “voce” di banchina (e quindi da prendere con le pinze) che riconduce il passo indietro del milionario a liti familiari sul comprare o meno il megayacht.

 

Qualora lo sceicco decidesse di rescindere il contratto, andrebbe comunque incontro a una penale da capogiro, avendo ormai sottoscritto il contratto. I 620 dipendenti (di cui 40 in cassa integrazione) dei siti di Muggiano e Riva non dormono sonni tranquilli: stanno lavorando alla realizzazione di quattro Fremm (fregate multimissione europee), un megayacht di 140 metri (dopo il 134 metri “Serene”) e un sommergibile. Troppo poco per garantire una continuità occupazionale nel medio e nel lungo periodo.

 

E.R.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione