Il numero uno di Fincantieri premiato dai Musei del Mare di Genova

Giuseppe Bono è il vincitore dell'edizione 2010 del Promotori Award

18 gennaio 2011 | di Redazione Liguria Nautica

Goldmine-fincantieriGiuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri è  il vincitore dell’edizione 2010 del Promotori Award, il riconoscimento assegnato ogni anno dall’Associazione Promotori Musei del Mare di Genova per valorizzare come modello positivo il personaggio o l’azienda che si sono distinti per l’impegno, il lavoro svolto, gli interessi culturali ed altri aspetti legati all’ambiente ed al mondo marittimo.

Il riconoscimento sarà consegnato lunedì 17 gennaio al Galata Museo del Mare.

Un riconoscimento speciale alla carriera verrà inoltre consegnato al giornalista del Secolo XIX Giorgio Carozzi. A consegnare i premi, l’opera “Vento in Poppa” rappresentante il simbolo dell’Associazione e realizzata dal Maestro Ugo Nespolo, sarà Umberto La Rocca,  direttore del quotidiano Il Secolo XIX.

 

Organizzato dall’Associazione Promotori Musei del Mare e della Navigazione ONLUS, con il Patrocinio della Regione Liguria, della Provincia di Genova e del Comune di Genova, il Promotori Award è stato assegnato nelle precedenti edizioni a Carlo Croce, Presidente Federazione Italiana Vela e Yacht Club Italiano, Beppe Pericu Sindaco di Genova, Saskia Kunst CEO Sinport e Pier Luigi Foschi, Presidente Costa Crociere.

L’associazione, che riunisce oggi 84 aziende dello shipping genovese, ha scelto Giuseppe Bono per le sue capacità di visione globale e per essere tra i pochi manager italiani in posizioni chiave a livello internazionale in aziende multinazionali. “Il premio – commenta Giovanni Paolo Risso, Presidente dell’Associazione Promotori Musei del Mare Onlus – è assegnato all’uomo che “approdato” in Fincantieri, ha saputo nel breve trasmettere e attivare nuovi impulsi allo storica azienda, erede della tradizione italiana in campo navale. Bono ha saputo immaginare e realizzare un progetto di rinnovamento, tecnologico e delle risorse umane, in un contesto difficile quale è la cantieristica navale mondiale, superando brillantemente sfide altamente complesse a favore del Made in Italy. Sono ulteriore motivazione dell’assegnazione, in questo senso, l’attività svolta negli ultimi dodici mesi , coronata dalla conquista della maxicommessa per 10 unità LCS della Marina americana e caratterizzata dal consolidamento delle strategie nazionali e internazionali della cantieristica, in particolare quella ligure”.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione