Francesco Schettino, finalmente, doveva tornare in tribunale ma non si presenta

Riparte a Grosseto il processo sul disastro della Concordia, dove è imputato Schettino: i giudici sentiranno anche il parere di alcuni tecnici per ricostruire la maledetta notte

22 settembre 2014 | di Redazione Liguria Nautica

Dopo avere partecipato a una lezione in un aula universitaria, dopo essere stato avvistato a diverse feste a Ischia e avere anche fornito il suo appoggio a un politico locale, Francesco Schettino doveva tornare nell’unico luogo dove dovrebbe essere protagonista, l’aula di un tribunale, ma così al momento non è. Il motivo sarebbe una febbre e i legali hanno assicurato che sarà disponibile non appena si rimetterà.

 

Riparte così a Grossetto il processo per il disastro della Costa Concordia, dove Schettino è imputato. I giudici non sentiranno soltanto i testimoni sopravvissuti di quella notte, ma valuteranno anche le opinioni di alcuni tecnici per valutare meglio le responsabilità e le dinamiche dell’accaduto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

Costa Concordia: rimossa la prima piattaforma

  • 28 luglio 2015

E' stata rimossa la prima delle sei piattaforme utilizzate per appoggiare la Costa Concordia. Sono state usate per facilitare la rotazione dell'imbarcazione

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione