Grandi Navi Veloci passa al LED. Perché non lo fate anche voi?

Grandi Navi Veloci ha annunciato che, entro il 9 luglio, a bordo della “Splendid” gli impianti di illuminazione a incandescenza saranno sostituiti con luci a LED. Cerchiamo di saperne di più su questa tecnologia, ottima anche per la vostra barca!

13 giugno 2012 | di Redazione Liguria Nautica

LED, sempre più LED: Grandi Navi Veloci ha annunciato che, a partire dal 25 giugno, sulla “Splendid” i tradizionali globi luminosi a incandescenza saranno sostituiti con luci a tecnologia LED a basso consumo. L’investimento si aggira intorno ai 200 mila euro, che però saranno presto recuperati: con il LED i consumi sono nettamente inferiori e l’impatto ambientale è ridotto al minimo. L’update tecnologico rientra in un progetto pilota che ha l’obiettivo di sostituire i dispositivi di illuminazione a bordo di tutte le navi GNV, sviluppato in collaborazione con la società bolognese Site. La Grandi Navi Veloci è la prima compagnia in Italia a passare al LED: entro il 9 luglio i lavori di sostituzione a bordo della Splendid dovrebbero essere ultimati, ed entro il 2013 l’operazione sarà compiuta a bordo di tutte le navi della compagnia.

 

Tutti a scuola: in cosa consiste il LED? Il LED è un componente elettronico che, al passaggio di una minima corrente, emette una luce priva di infrarossi ed ultravioletti (ecco perché non attira la maggior parte delle specie di insetti, sensibili agli ultavioletti) accendendosi immediatamente. La tecnologia LED (Light-Emitting Diodes) rappresenta l’evoluzione dell’illuminazione allo stato solido, in cui la generazione della luce è ottenuta mediante semiconduttori anziché utilizzando un filamento o un gas. L’illuminazione LED è più efficiente dal punto di vista energetico, ha una durata maggiore ed è più sostenibile. Inoltre consente innovative e creative soluzioni di utilizzo che integrano la luce nelle nostre case, nelle automobili, nei negozi e nelle città. Fino alla seconda metà degli anni ’90 i LED erano concepiti solamente per la segnalazione e l’isolamento dei segnali. Con il tempo si capì che l’utilizzo dei LED poteva andare oltre: In effetti potevano essere usati per l’illuminazione. Dalla evoluzione del componente (è recente infatti la nascita del Led bianco nato dalla fusione delle polveri del Led Blu, del Led Rosso e del Led Verde) si è giunti ad ottenere un’alta efficienza nella luminosità, riuscendo così ad illuminare, con bassa potenza impegnata, ambienti industriali e civili. I LED sono destinati, nel tempo, a sostituire via via le lampade tradizionali ad incandescenza e le lampade a fluorescenza.

 

Quanto si risparmia con i LED? Confrontato con fonti di illuminazione tradizionali (in cui solo il 10% dell’energia è convertita in luminescenza) il risparmio ottenuto utilizzando l’illuminazione a LED è di circa il 93% rispetto alle lampade ad incandescenza (90% rispetto alle lampade Alogene, 70% rispetto alle lampade a Ioduri metallici e 66% rispetto alle lampade Fluorescenti). Nel peggior confronto possibile, ossia con le lampade a scarica (quelle usate per le illuminazioni pubbliche e negli impianti sportivi), il rapporto e di circa 1/3. In pratica a fronte di un consumo ipotetico di 30W, a parità di illuminazione, il led consumerà solo 10W. Confrontato con le lampade a filamento il rapporto sale a 1/10, ossia a fronte di un consumo ipotetico di 100W il led consumerà solo 10W. Senza contare i vantaggi in termini di durata e l’altissima efficienza luminosa.

 

Fateci un pensierino anche per la vostra barca! Per quanto riguarda le luci interne, o a scopo meramente decorativo, la tecnologia LED offre tantissime soluzioni: sbizzarritevi, senza andare alla ricerca di prodotti specifici per la nautica, ma occhio a non cadere nel cattivo gusto. Se invece ci inoltriamo nel campo dei fanali e delle luci di navigazione, (nelle foto qua sotto vi mostriamo alcuni modelli in commercio) la faccenda si fa più delicata: potrete muovervi in due direzioni.
[nggallery id=145]

Nel primo caso, potrete acquistare dei bulbi a LED da sostituire alle normali lampadine delle luci di via: possiedono attacchi convenzionali e la scelta è ampia, in termini di potenza e dimensioni. I bulbi sono relativamente economici (difficilmente superano i 50 euro) ma non sempre sono omologati dal RINA, quindi bisogna prestare particolare attenzione quando si comprano pena multe salate. In alternativa, si può acquistare l’intera luce di via omologata, con costi nettamente più elevati. Ma tenete conto che, sul lungo periodo, il risparmio sarà notevole.

 

e.r.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. Narese ha detto:

    Estremamente interessate e certamente meritevole di un approfondimento da parte Vostra con un servizio ad hoc.
    Utile sarebbero alcune indicazioni su dove acquistare (eventualmente anche “on line”) i led o le lampade sia per gli interni (faretti illuminazione quadrato, cabine ecc) che per gli esterni (luci navigazione, fonda ecc).

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione