Helios di Perini Navi, termina (con anticipo) i lavori di refit

Finti i lavori strutturali, pochi ma costosi: la numero 41 di Perini Navi è rientrata nei budget e nei tempi

4 febbraio 2015 | di Redazione Liguria Nautica

helios, periniA fine gennaio 2015 sono terminati i lavori di refit apportati a Helios, numero 41 di Perini Navi, il 45 metri in acciaio varato nel 2007 dal cantiere di Viareggio. A dichiararlo è il suo comandante per conto della Compagnia Armatrice Raymond Wroe-Street.

 

Direttrice dei lavori è Elena Piendibene: «Ha gestito il progetto che inizialmente prevedeva la messa in cantiere per tutta la stagione invernale. In corso d’opera la tempistica è cambiata ed è stato necessario anticipare di diversi mesi la fine lavori dei lavori. Elena e il suo team hanno lavorato duramente per rispettare la nuova deadline – ha dichiarato il capitano che aggiunge – l’albero è stato ridipinto ed è stato cambiato tutto il sistema velico. Nonostante tutto Perini è rimasto nel budget» .

 

Helios attualmente è in vendita con Perini Navi USA, anche se nel novembre 2014 ha avuto un calo del prezzo pari a 2.450.000 euro.

 

L’imbarcazione ha una gemella, Heritage, varata nel 2006, ma rispetto a questa presenta due sostanziali differenze: il fly bridge (36 metri quadrati) che offre una comoda zona prendisole e la timoneria esterna, e l’apertura della poppa che apre una scala direttamente sulla piattaforma da bagno di 7 m2.

Helios possiede 1200 m2 circa di piano velico sostenuto da un albero in alluminio di 50 m, su cui è montato un boma in carbonio.

 

Gli interni, progettati dagli interior designer di Perini Navi, sono in stile classico. Dominano il mogano e piuma di mogano; gli arredi e la boiserie presentano intagli e decori a forma di ottagono, figura geometrica che ritroviamo in tutte le rifiniture della barca.

Una particolarità è la versatilità delle cabine che possono modificare la loro struttura: la suite armatoriale può essere divisa in due spazi per mezzo di una parete smontabile, mentre le due cabine doppie si trasformano in matrimoniali grazie ai letti montati su rotaie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. Roberto della Valle ha detto:

    Il nome della barca, è sempre una garanzia !!!! Il colore rossastro dello scafo, dovrebbe essere più tondo e definito!!!

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione