Incendio a bordo di uno yacht a Grosseto: ma come comportarsi in caso di rogo? 4 cose da sapere

Non conosciamo le cause del rogo avvenuto al largo di Marina di Grosseto, ma possiamo ripassare alcune buone norme su come comportarsi in caso di incendio

11 Luglio 2016 | di Redazione Liguria Nautica

Prendiamo spunto da una notizia di cronaca per tornare a parlare del tema sicureza a bordo: al largo di Grosseto uno yacht di 10 mt è andato a fuoco con una famiglia a bordo. Nessuno si è fatto male per fortuna, grazie anche all’inervento pronto di alcuni testimoni, ma la famiglia si è dovuta rifugiare sulla zattera abbandonando l’imbarcazione. Non conosciamo le cause del rogo, ma possiamo ripassare alcune buone norme da ricordare in caso di emergenza.

1 – Perché scoppia un incendio a bordo

E’ importante conoscere le cause che possono generare un rogo, perché grazie a queste informazioni possiamo adottare le giuste misure preventive. Un incendio a bordo solitamente può scoppiare a causa di problemi all’impianto elettrico, perdite di carburante, perdite alla tubatura del gas, cattiva manutenzione delle batterie. L’impianto elettrico va controllato periodicamente per prevenire eventuali cortocircuiti, lo stesso va fatto con la tubatura del gas e con le batterie. Per quanto riguarda le perdite di carburante, è importante monitorare sempre la sentina che può darci informazioni preziose su eventuali fuoriuscite di liquido infiammabile.

2 – Cosa fare se scoppia un incendio a bordo

Si da per scontato che la presenza degli estintori a bordo, a norma e in regola, sia la base di questo tipo di emergenza. Al di la degli estintori, si possono prendere delle accortezze per provare a non fare propagare l’incendio, cosa per altro non semplice a bordo di un’imbarcazione che è composta in grandissima parte da materiali molto infiammabili. La prima cosa da fare soprattutto se l’incendio si propaga anche all’esterno è provare a disporre la parte della barca in fiamme sottovento e spostare tutto l’equipaggio sopravvento. A questo punto occore capire velocemente se è possibile combattere contro l’incendio o meno. In caso negativo occorre preparare velocemente la zattera.

3 – Mai usare l’acqua

Ricordarsi di non usare mai l’acqua per provare a spegnere le fiamme, sull’impianto elettrico l’effetto potrebbe essere esattamente il contrario, ovvero un aumento delle fiamme o addirittura un’esplosione.

4 – L’uso dell’estintore

Per domare le fiamme va usato solo ed esclusivaente l’estintore. Il getto va indirizzato verso la base delle fiamme se vogliamo essere efficaci, mai verso l’alto, va colpita la fonte del rogo, non la periferia. Occorre poi sapere che esistono vari tipi di estintore, da esterno o da interno o mirati al fuoco generato da apparecchiature elettriche. Attenersi strettamente alle norme di sicurezza obbligatorie nella scelta del prodotto più adatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione