Incendio a Rapallo: a fuoco anche lo yacht di Ligresti, VIDEO

Ancora incerte le cause, forse un cortocircuito, che hanno portato al rogo di alcuni yacht in porto a Rapallo

20 gennaio 2014 | di Redazione Liguria Nautica

Sarebbero di oltre due milioni di euro i danni causati dall’incendio in porto a Rapallo: il bilancio parla di tre maxiyacht bruciati e affondati, con il rischio di inquinamento ambientale scongiurato dai violenti temporali che hanno contenuto la colonna di fumo che si alzava dal rogo. Si indaga ancora sulle cause che hanno provocato le fiamme e, se non c’è ancora nessuna conferma, sembra farsi strada l’ipotesi del cortocircuito.

 

 

I tre yacht, di 18, 19 e 26 metri sono completamente affondati. L’incendio sembra si sia sprigionato dal Samura di proprietà dell’industriale del riso Curti Francesco Sempio per poi estendersi agli yacht vicini, il Kikka e il Delfino 4 quest’ultimo di proprietà di Antonio Ligresti.

Per scongiurare la fuoriuscita di gasolio sono state posizionate panne a chiudere il porto di Rapallo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti

  1. Agata ha detto:

    MEGA yacht di 18, 19 e 26 metri? Ma cerchiamo di non sembrare ridicoli! 😀

  2. paolo volpari ha detto:

    piove sul bagnato. Dopo un 2013 funesto per la “Ligresti family” si preannuncia un 2014 sicuramente in salita: la vedo male per il 20 di ogni mese!
    Spero sinceramente per lui che avesse uno straccio di polizza. Magari con FONSAI, ramo nautica.

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione