L'incredibile fulmine sul mare, da brividi! VIDEO

Il web ci regala immagini spettacolari della potenza della natura, questa volta provengono dal Messico, si tratta di un video che vi farà letteralmente sobbalzare dalla sedia; così le immagini di un fulmine diventano un video virale.

20 Settembre 2012 | di Redazione Liguria Nautica

L’obbiettivo della telecamera/telefonino al posto giusto e nel momento giusto, vale una ripresa che fa il giro del mondo: lo specchio d’acqua di una baia è coperto da un cielo che minaccia tempesta, probabilmente il videoamatore si accinge a riprendere l’atmosfera  particolare senza presagire nessun colpo di scena quando del tutto inaspettatamente un fulmine spacca le nuvole e colpisce spettacolarmente l’acqua sottostante. Il tutto si svolge in centesimi di secondo, il tempo necessario per far tremare anche l’uomo più impavido.

 

 

 

Ecco la ripresa del fulmine che colpisce l’acqua

 

 

Il fulmine è forse uno dei fenomeni più spettacolari della natura e da sempre suscita la fantasia e l’interesse degli uomini, non per niente, nonostante studi approfonditi, tutt’ora molti aspetti di questo fenomeno sono poco chiari; anche per questa ragione le immagini che vi proponiamo non possono fare a meno di un approfondimento, siete informati sul tema? Ecco alcune curiosità.

 

Il fulmine è un prodotto soprattutto dei temporali, i quali contengono energia pari o superiore a dieci bombe atomiche, del tipo sganciato su Hiroshima, questo stesso calore provoca un’espansione improvvisa ed esplosiva dell’aria, che noi percepiamo con il rumore del tuono; dopo le alluvioni e le piene improvvise il fulmine consiste nella seconda causa di morte per fenomeni meteorologici, ma è stato appurato che negli ultimi anni c’è stata una diminuzione di morte a causa di questo fenomeno e comunque solo il 20-30% delle persone colpite da un fulmine muore. Gli uomini però sono colpiti quattro volte più che le donne (80% contro il 20%), sembra che ciò sia dovuto sia alle proprietà elettriche del testosterone (ormone maschile), sia al fatto che gli uomini svolgono maggiori attività all’aperto, spesso maneggiando oggetti metallici.

 

Il calore di un singolo fulmine ha intensità inimmaginabili: in milionesimi di secondo la temperatura può raggiungere i 33.000°C, circa cinque volte la temperatura della superficie del Sole, l’effetto della scarica elettrica è di produrre profonde bruciature nel punto in cui è passata la corrente (tipicamente nella testa, nel collo e nelle spalle). I fulmini sono maggiormente concentrati nel pomeriggio, a causa del riscaldamento del suolo che favorisce la genesi di nubi temporalesche.

 

Si può calcolare la distanza approssimativa di un temporale contando i secondi che separano il momento di osservazione del lampo e la percezione del tuono. Moltiplicando tale numero per 330 m/s (velocità di propagazione del suono nell’aria) si può ottenere la distanza alla quale si è verificato il lampo.
 Infine, se questa misura aumenta nel tempo, evidentemente quel temporale si sta allontanando da noi.

 

Se siete in mare e volete verificare la presenza di perturbazioni potete contare sul Sirf (sistema italiano rilevamento fulmini), una mappa aggiornata ogni ora segnala le zone colpite da fulmini, oppure verificate le condizioni meteo della Regione nella pagina dedicata di Liguria Nautica

 

Sembra che il video in questione sia stato girato in Messico ma non serve andare così lontano per assistere a questi fenomeni; pare che la Liguria sia una zona interessata da questo tipo dicondizioni meteorologiche, dalla rete non mancano chicche recenti anche su una Genova irriconoscibile.

 

[nggallery id=203]

 

 Siete voi, cari lettori, che, quando vivete la natura e in particolare il mare siete protagonisti dell’eccentricità dell’ambiente, quindi siate registi di immagini sensazionali e fatele pervenire alla redazione, le commenteremo insieme.

 

G.S.

Le foto del temporale su Genova sono di Valentina Abinanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. raimondo minardo ha detto:

    Cavoli che fulmine pazzesco mi ha fatto saltare fino al tetto per la paura

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione