Isaf, prima uscita ufficiale per il neo presidente Carlo Croce

È iniziato ieri a Copenhagen, in Danimarca, presso lo Scandic Copenhagen Hotel, l’Isaf Mid-Year Meeting, la riunione di metà anno della federazione velica mondiale, prima uscita ufficiale alla guida dell’Isaf per il neo Presidente Carlo Croce.

13 Maggio 2013 | di Redazione Liguria Nautica

Una vela in lutto, profondamente colpita dalla scomparsa del velista inglese Andrew Simpson, a cui è stato dedicato un minuto di silenzio, vittima di un incidente avvenuto ieri sera durante un allenamento a bordo del catamarano Ac 72 Artemis nella Baia di San Francisco, si è ritrovata da ieri a Copenhagen, in Danimarca, per l’Isaf Mid-Year Meeting 2013, la riunione di metà anno della federvela mondiale.

 

In programma fino a domenica presso lo Scandic Copenhagen Hotel, l’Isaf Mid-Year Meeting 2013 rappresenta la prima ufficiale del Presidente della Federazione Italiana Vela Carlo Croce alla guida dell’International Sailing Federation (Isaf), l’ente mondiale che governa la vela  (www.sailing.org), di cui Croce è Presidente dallo scorso novembre.

 

Dopo che ieri la giornata era stata dedicata integralmente all’Executive Committee, questa mattina Croce ha aperto la riunione dell’Events Committee, una delle commissioni più importanti dell’Isaf, preannunciando quattro grandi novità che saranno oggetto di discussione da parte dei membri della commissione.

 

La prima riguarda la volontà di arrivare ai prossimi Giochi Olimpici di Rio de Janeiro, in programma nel 2016, con dei format delle regate più appetibili per media e TV, mentre la seconda concerne il destino dell’Isaf World Cup, il circuito mondiale delle classi olimpiche che dopo le tappe disputate a Melbourne, Miami, Palma di Maiorca e Hyeres, si concluderà a Qingdao, in Cina, il prossimo ottobre, e che, come ha sottolineato Croce, non ha ottenuto la risonanza mediatica attesa. Motivo per cui il Presidente dell’Isaf ha proposto un cambio radicale della formula e un maggiore coinvolgimento degli sponsor.

 

Croce ha poi evidenziato l’intenzione di non cambiare le classi olimpiche fino ai Giochi del 2020, una richiesta pervenuta anche dal Cio, per rafforzare lo status di “core event” per la vela, ovvero quelle discipline già sicure dello status olimpico. In conclusione, ha infine commissionato uno studio su un’eventuale restrizione della governance dell’Isaf, che sarà discusso in tempi rapidi.

 

Oggi le riunioni proseguono con gli incontri dell’Events Committee, mentre domani sarà la volta del Council e domenica, giornata conclusiva, del Committee Chairmen’s Meeting.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

Eventi e fiere

Regate Pirelli, in banchina a caccia delle star della vela VIDEO

  • 3 Maggio 2013

Ecco le nostre interviste a tre star della vela “beccate” sui moli di Santa Margherita Ligure nell’ambito delle Regate Pirelli: quella istituzionale, Carlo Croce, “presidentissimo” ISAF, FIV e YCI e quelle sportive, con il grande Mauro Pelaschier e il fenomenale Torben Grael

Eventi e fiere

Max Sirena è il Velista dell’Anno 2013 TAG Heuer

  • 4 Marzo 2013

Lo skipper di Luna Rossa batte in volata Alberto Bona (23,13% dei voti contro 21,86%) che si aggiudica il premio TAG Heuer Passion superando Giovanni Soldini e Alessandro Di Benedetto. A Carlo Fracassoli il TAG Heuer High Performance e a Roberto Grippi il TAG Heuer Innovation. Premiazioni il 21 marzo al VelaFestival di Livorno

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione