Kitesurf, il divertimento è assicurato e lo vedremo alle olimpiadi 2016

Il più spericolato kitesurf ha fatto le scarpe al più classico windsurf, dovremo aspettare le olimpiadi del 2016 per conoscere i veri campioni di questa disciplina intanto un personaggio d’eccezione da il buono esempio con un record incredibile VIDEO!

3 Luglio 2012 | di Redazione Liguria Nautica

Scivolare sul pelo dell’acqua, su una tavola munita di aquilone: è questa l’ultima moda che soppianta il più conosciuto windsurf; vento e mare, potrebbe sembrare che non serva altro per fare kitesurf, ma a conferma della complessità di questa disciplina l’ISAF (la Federvela internazionale) ha decretato che farà parte dei prossimi giochi olimpici, sostituendo di fatto il windsurf.

 

Questo sport, relativamente giovane (le prime apparizioni risalgono al 1983, ma è nel 1999 che le aziende produttrici di windsurf e parapendii fiutano l’affare e si lanciano nel nuovo settore), può essere praticato ovunque, non necessita di condizioni particolari e il territorio italiano è perfetto: vento forte e onde oceaniche non sono necessari per spiccare voli spettacolari e compiere vere e proprie acrobazie. Il divertimento è assicurato e in più è un’ottima “palestra”: in un’ora di salti e scivolate sull’acqua si possono bruciare fino a 400 calorie. La tecnica si impara in poco tempo, mentre assume maggior rilievo la preparazione fisica e psicologica; coordinazione, equilibrio e forza completano il quadro delle abilità per veleggiare e saltare tra le onde.

 

 

Niente paura, amanti del mare sembra sia possibile stare su una tavola, spinti dal vento, fino a 3 ore e 45 minuti. Per tutti quelli che vogliono provare questo sport e non si sentono in grado, sappiate che il record in questione è stato segnato dal sessantenne, Ceo di Virgin Group, Richard Branson, il più vecchio e ricco a compiere un’impresa del genere: domenica scorsa ha impiegato 3 ore e 45 minuti per coprire 26 miglia circa, tra Dymchurch (nella contea inglese di Kent) e Wimereux, nel nord della Francia, trasportato dal suo kitesurf.

Per chi ritiene il recordman poco credibile perché abbastanza matto per intraprendere qualsiasi record sulla piazza, sappiate che Branson è stato battuto dal figlio che ha registrato il record di 2 ore e mezza per attraversare la stessa distanza.

Come un segno dal cielo, l’impresa di Richard Branson arriva nel momento di massima popolarità di questo sport.

 

 

L’attrezzatura per praticare kitesurf occupa poco spazio e può essere portata comodamente con voi, anche sulla vostra barca; se il fisico non è in gran forma per spiccare il volo, la tavola diventa un comodo appoggio e anche durante la classica crociera è possibile provare nuove emozioni.

In tutta Italia sono molte le scuole dove poter imparare kite, se volete qualche dritta per intraprendere questo sport in Liguria leggete i consigli pubblicati su Liguria Nautica.

 

G.S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione