La barca spezzata in due: l'epilogo di Cheminees Poujoulat

Una barca che non ha mai avuto la fortuna dalla sua parte già ai suoi esordi, finita spaccata in due durante una tempesta in BIscaglia

20 Febbraio 2014 | di Redazione Liguria Nautica

Le immagini del relitto dell’IMOCA 60 Cheminees Poujoulat, barca dello skipper Bernard Stamm, spezzata in due sulla nave che ha completato il recupero restano alquanto inquietanti. La barca si è rotta davanti ai daggerboard, durante il trasferimento di ritorno dalla Transat Jacques Vabre, mentre navigava al lasco con 45 nodi di vento, velatura ridotta e onda intorno agli 8 metri.

 

Condizioni si impegnative, ma normali per una barca progettata appositamente per partecipare al Vendée Globe. L’IMOCA 60 di Stamm non ha avuto mai la fortuna dalla sua parte: alla Transat Jacques Vabre del 2011 rischiò già l’affondamento dopo l’urto con un oggetto sommerso. Poi il ritiro dal Vendée Globe 2012 per i problemi di energia e infine il triste epilogo con l’affondamento.

 

Il progetto di Cheminees è stato realizzato da Juan Koumdjian, progettista “gioie e dolori”: grande talento, dimostrato dalla vittoria dei suoi disegni a diverse edizioni della Volvo Ocean Race, ma anche incidenti disastrosi come quello del Rambler 100, di Artemis e dell’IMOCA di Stamm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione