La Cna scende in acqua per la difesa dei Cantieri Navali Lavagna con il progetto "Consorzio 1 One Liguria"

CNA in difesa dei Cantieri Navali Lavagna e della nautica ligure

9 luglio 2010 | di Redazione Liguria Nautica

cantieri_costruttori_cantieri_lavagnaCNA Genova e CNA Liguria insieme in difesa dei Cantieri Navali Lavagna e della nautica ligure. Con questo obiettivo si è svolto qualche giorno fa un incontro con l’obiettivo di sollecitare interventi per un settore come quello della nautica, fondamentale nell’economia della regione, ma anche per l’intero paese visto che, come sottolineato dal segretario CNA Genova Roberto Timossi nell’apertura del convegno ha rimarcato come il settore della nautica ligure rappresenti il 18 % dell’intero comparto su scala nazionale.

 

Lo scopo dell’iniziativa, come ha anche sottolineato Massimo Giacchetta, Presidente di CNA Genova, è far sì che Lavagna e il Tigullio non perdano un marchio così prestigioso e le maestranze altamente qualificate.

 

Il Presidente si è particolarmente soffermato nell’illustrazione della novità dello strumento consortile, che consente alle imprese del settore di concorrere ad un progetto di rilancio e sull’illustrazione del consorzio “1 One Liguria” promosso e costituito all’interno di CNA che  presenterà un’offerta per rilevare i C.N.L., mantenendo in loco la produzione.

 

Attualmente il “Consorzio 1 One Liguria” raggruppa 18 imprese liguri leader nella fornitura e nella subfornitura della cantieristica navale, contando su 250 addetti e un fatturato complessivo di oltre 15 milioni di euro.

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

Navaltecnosud, i cavalletti per mega yacht Made in Italy

  • Foto
  • 12 gennaio 2017

La Navaltecnosud è una delle principali aziende europee nella produzione di strumentazioni per la cantieristica navale, come cavalletti puntelli e bilancini, con un settore interamente dedicato ai mega e ai maxi yacht

Mercato nautica

Daily cruise, ecco come salvare la nautica!

  • 12 novembre 2012

Vendite di imbarcazioni in Italia crollate (va meglio all'estero), crisi nautica del medio-piccolo diporto, “spauracchi esattoriali”. La recessione si può combattere attraverso soluzioni che trasformino la barca da oggetto superfluo e da esibire in oggetto utile per il nostro benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione