La Mustafà Kan affonda al largo di Siracusa, pericolo fosfato di amonio

Nonostante la grande preoccupazione sembra non che non ci saranno conseguenze per l'ambiente marino. Salvi anche i sedici membri dell'equipaggio

26 settembre 2016 | di Redazione Liguria Nautica

L’allarme inquinamento è scattato in piena notte, quando la nave Mustafà Kan, battente bandiera panamense, ha iniziato ad affondare al largo delle coste di Siracusa. L’imbarcazione, che si trova a 22 miglia nautiche da Capo Murro di Porco,  trasportava fosfato di ammonio, una sostanza usata come fertilizzante.

Il Ministero dell’Ambiente ha seguito attentamente la vicenda e ha inviato tre mezzi della flotta Castalia, specializzati nell’inquinamento da idrocarburi e pronti a intervenire in caso di necessità, anche se non sembra esserci alcun rischio di contaminazione ambientale.

Fortunatamente questa vicenda è finita bene anche per i sedici membri dell’equipaggio, che sono riusciti a mettersi in salvo a bordo di alcune zattere di salvataggio, per poi essere soccorsi dalla Guardia Costiera.

Chiara Biffoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione