La nautica ligure approderà in Brasile, astro nascente del diporto

Accordi industriali e commerciali per lo “sbarco” delle nostre aziende nautiche nella crescente realtà sudamericana

16 maggio 2012 | di Redazione Liguria Nautica

Una serie di accordi industriali e commerciali, tra i quali quello di Ucina con gli industriali della nautica del Brasile per lo sviluppo del settore nel Paese, saranno sottoscritti a Santos durante la missione del Governo e delle Regioni italiane nel paese sudamericano (in programma dal 21 al 25 maggio).

 

La Liguria è stata incaricata dal ministero dello Sviluppo Economico di organizzare e guidare la missione per il settore della logistica e della nautica. «Andiamo a Santos con 200 aziende al seguito, di cui una quindicina liguri», ha spiegato il presidente di Liguria International, Franco Aprile. «Diversi accordi sono già pronti per favorire lo “sbarco” di alcune delle imprese in quel mercato in grande espansione». Tra queste il RINA, che vuole incrementare la propria presenza in Brasile.

 

Le aziende saranno accompagnate dall’assessore regionale allo Sviluppo economico, Renzo Guccinelli, dai presidenti delle autorità portuali di Genova, Luigi Merlo, e La Spezia, Lorenzo Forcieri, dal direttore pianificazione dell’Autorità portuale di Venezia Antonio Revedin. «Il sistema Paese si presenta nel migliore dei modi, con la regia nazionale e il sostegno operativo delle Regioni», ha sottolineato Guccinelli.

 

A Santos, giovedì 24 maggio, la Liguria coordinerà il seminario nazionale per la logistica e per la nautica intitolato “Economia del mare tra sfide e opportunità”. Verranno presentate al Governo, a tre ministeri, alle associazioni e alle imprese brasiliane tematiche di livello nazionale su logistica, porti e nautica. Sarà presente l’Università di Genova e con due case history di aziende di caratura nazionale come Rimorchiatori Riuniti Spa e RINA Spa.

 

Al seminario di Santos interverranno tra gli altri anche il presidente di Fedespedi, Piero Lazzeri, Paolo Puliafito, dell’ Università di Genova, Giacomo Gavarone di Rimorchiatori Riuniti, Michele Francioni di Rina, Andrea Razeto di Ucina. Proprio l’associazione di Confindustria che rappresenta la aziende nautiche italiane, firmerà con l’omologa brasiliana Acobar e i rappresentanti governativi un’importante intesa per il rilancio dell’intero sistema della nautica da diporto in Brasile. Il 22 maggio, invece, Ligurian Ports firmerà un accordo con il Porto di Santos e uno con il porto di Suape (Recife) alla presenza dei rappresentanti dei governi di Brasile e Italia e del succitato assessore Guccinelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione