Leonardo Di Caprio a Portofino sul Serene, megayacht Made in Italy

L’attore si è presentato a un party a Portofino sbarcando dal Serene, megayacht di 134 metri del magnate russo Vladimir Potanin: visibilmente ubriaco, ha insultato i paparazzi

26 Luglio 2012 | di Redazione Liguria Nautica

Anche Leonardo di Caprio è stato stregato dalla Liguria: l’attore americano è stato paparazzato a Portofino in condizioni non proprio esemplari. Il volto coperto da un cappuccio, è sbarcato nel borgo ligure per partecipare ad un party. Stando alle cronache, Di Caprio si è presentato alla festa barcollante e ubriaco e ha insultato i paparazzi in attesa di fotografarlo. La star si sta rilassando in una crociera mediterranea a bordo del Serene, l’ottavo yacht più grande del mondo e il più grande mai costruito in Italia (non è un caso che per realizzare un bolide di tali dimensioni si sia dovuti ricorrere a Fincantieri).

 

L’imbarcazione, lunga ben 134 metri, è proprietà di Vladimir Potanin, magnate russo re del nickel. Progettato secondo la massima classe del regolamento internazionale per la sicurezza del trasporto passeggeri in ambito mercantile, ha sette ponti, è dotato di un hangar e due piattaforme di atterraggio per elicotteri, una grande piscina di acqua di mare che può accogliere anche imbarcazioni di servizio, un sommergibile per immersioni fino a 100 metri di profondità e si caratterizza per avere 4.500 metri quadrati di spazi interni, di cui 2.700 metri quadri extra-lusso.

 

Il progetto è stato sviluppato dal team di Fincantieri Yachts a partire da un rivoluzionario concept design elaborato da Espen Oeino, padre di alcuni degli yacht più famosi al mondo. Anche le dotazioni di bordo non scherzano: imbarcazioni di servizio, piscina salata e persino un sommergibile in grado di raggiungere i 100 metri di profondità.

 

Il Serene, orgoglio italiano, è un luogo ideale per i rendez-vous di stelle e stelline: pare che anche la popstar Rihanna qualche giorno abbia ha affittato il megayacht. L’imbarcazione, il maggio scorso, era stata protagonista di un fattaccio di cronaca: due operai erano finiti in coma per aver inalato dei gas tossici durante le operazioni di manutenzione a Muggiano (La Spezia)

 

e.r.

 

Le foto della gallery, che immortalano lo yacht in una recente sosta in Costa Smeralda, sono di proprietà di Vittorio Nico

[nggallery id=21]

 

(foto copertina il Secolo XIX)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione