Loick Peyron sbanca la Route du Rhum, è record

Lo skipper francese a bordo del trimarano Banque Populaire VII ha battuto il record della storica regata in 7 giorni, 15 ore e 8 minuti. Soffrono gli italiani, Vento di Sardegna incappa nell'anticiclone

10 Novembre 2014 | di Redazione Liguria Nautica

L’impresa è di quelle destinate a entrare nella leggenda. Stiamo parlando del velista francese Loick Peyron che si è aggiudicato l’edizione 2014 della Route du Rhum battendo il record della regata in 7 giorni, 15 ore e 8 minuti (4 ore in meno del record precedente).

 

A bordo del trimarano Banque Populaire VII lo skipper 55enne, che tra le altre cose dobbiamo ricordare era partito per sostituire Armel Le Cleac’h infortunatosi alla mano a soli due mesi dai nastri di partenza, ha davvero impressionato tutti per il coraggio e il piglio autoritario con cui ha dominato in lungo e in largo la competizione. Così Peyron ha voluto commentare la vittoria : “Questa vittoria è arrivata grazie all’equipe di Banque Populaire. L’ultima giornata è stata difficile, con tante manovre. E’ stata una cosa eccezionale potere condurre questa magnifica barca. Abbiamo fatto tutto bene, con un team geniale e con la presenza di Armel. Da dodici anni non andavo in solitario su un multiscafo, non avrei potuto mai immaginare di risalire su una barca come questa e vincere la Route du Rhum. Quando ho accettato quest’impresa la mia preoccupazione era quella di essere all’altezza di Armel. Un Vendèe Globe, no grazie, non parteciperò mai più a quella regata. Il mio futuro è la Coppa America con Artemis”.

 

Gli italiani nel frattempo non vivono i loro giorni migliori. Andrea Mura in particolare ha perso la testa della regata nella categoria Rhum, in favore della francese Anne Caseneuve sul trimarano ANEO. Mura ha optato per una rotta rischiosa, più vicina a quella diretta ma a lambire l’anticiclone delle Azzorre che ha finito per intrappolarlo. Lunghe ore nella bonaccia, ad avanzare in direzione est a 2 nodi, mentre gli avversari filavano a 12-13 nodi. Vento di Sardegna adesso ha ripreso un po’ di velocità, ma arranca comunque a 8.5 nodi contro gli oltre 14 della sua rivale.

 

Giancarlo Pedote invece lotta tra i Class 40, la rimonta è difficile dopo lo stop forzato di Roscoff: le miglia da recuperare su Kito De Pavant sono 280, veramente difficile un rientro sui primi ma la tattica di Pedote è buona e con il suo posizionamento molto a sud delle Canarie ha agganciato un Aliseo più intenso. Una rimonta sui primi dieci è a portata di mano. Alessandro Di Benedetto, nella classe IMOCA 60 dominata da François Gabart, viaggia in sesta posizione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

Vela

Due Class 40 perdono la chiglia: che succede?

  • 6 Novembre 2014

I due Class 40 del cantiere Sabrosa perdono la chiglia durante la Rout du Rhum, un problema già visto nella classe IMOCA e risolto con l'introduzione di elementi one design

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione