Marina 77: rimessaggio, posti barca e una “ragnatela salva-barche”

A un anno di distanza dall’alluvione che devastò il ponente ligure, il cantiere Marina 77 si racconta ai nostri microfoni: «Da noi zero danni ma la gente continua ad avere paura»

9 Novembre 2012 | di Redazione Liguria Nautica

«Fortunatamente non abbiamo subito danni, siamo stati tra i pochi a non aver perso imbarcazioni dopo che l’alluvione dell’anno scorso ha distrutto tutto, siamo stati sommersi dall’acqua e dal fango, ma l’attività si è salvata come tutte le barche da noi in rimessaggio». Ad affermarlo è Antonino Lo Piccolo titolare e gestore di Marina 77 situato in località Falaschi ad Ameglia (La Spezia), una delle zone più colpite dell’esondazione del Magra. È passato poco più di un anno da quell’alluvione che il 25 ottobre scorso devastò i comuni del fiume Magra e delle Cinque Terre.

 

Diverse sono le attività nautiche e dell’indotto che ancora oggi faticano a riprendersi, ma c’è chi ce l’ha fatta in fretta e il Marina 77 è una di queste. Abbiamo incontrato Antonino Lo Piccolo in un’intervista esclusiva all’interno della sua azienda: ha raccontando ai nostri microfoni la ripresa della sua attività, lamentando lo scarso interesse da parte delle istituzioni locali e centrali. La messa in sicurezza delle imbarcazioni nel cantiere si basa su un su sistema di cinghie, pesi e cavalletti che lega le barche tra loro fissandole al suolo ma lasciandole libere di fluttuare durante un’eventuale piena: sistema funzionante e collaudato proprio in quella terribile occasione. Ad oggi Marina 77 offre un servizio di rimessaggio, di tappezzeria nautica, di manutenzione meccanica e elettronica.

 

Manuela Facino

 

GUARDA LA NOSTRA INTERVISTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. Luca ha detto:

    Gente seria questa.

    Forse solo un pochino cari

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

A chi frega del Magra? Reportage a un anno dall’alluvione VIDEO

  • 25 Novembre 2012

Siamo ritornati a poco più di un anno di distanza dalla tragica alluvione dello spezzino per capire com’è la situazione della piccola nautica alla foce del Magra. Un disastro: le istituzioni latitano, nonostante la buona volontà degli operatori

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione