MarineCork, la sostenibile leggerezza del deck in sughero

Alternativa ai materiali tradizionali, il rivestimento di sughero di MarineCork si distingue per praticità, sostenibilità e leggerezza.

8 gennaio 2019 | di Marcella Ottolenghi

Se per i naviganti fino a poco tempo fa l’abbinamento tra sughero e barca faceva pensare solo ai galleggianti di ami e reti, MarineCork, marchio di SACE Components, da quarant’anni nel campo della lavorazione del sughero per settori diversi (dall’edilizia alla moda), ha ampliato l’orizzonte, introducendo nel mercato italiano della nautica un rivestimento per il deck proprio di questo materiale.

Studiato appositamente per tale applicazione, il sughero di MarineCork è il risultato di un processo di lavorazione che lo rende estremamente resistente, seppure leggero, con prestazioni superiori a quelle di un più tradizionale teak. Non per nulla è stato selezionato da Amer Yachts per i ponti del superyacht sostenibile Twin 94, vincitore ad Amsterdam nella categoria Environmental Initiative ai Boat Builder Awards 2018.

Per scoprire qualcosa di più su questo innovativo rivestimento, Liguria Nautica ha intervistato Francesco Errico, responsabile tecnico di MarineCork.

LN – Come è nata l’idea di portare il sughero sui deck delle imbarcazioni?

FE – SACE Components lavora questo materiale da tempo e nel Nord Europa si utilizza già da anni in ambito navale, seppure in versione non totalmente naturale, perché viene mischiato a componenti sintetiche. La sfida era ottenere i medesimi risultati in termini di performance, con un prodotto 100% green.

Doghe e pannelli MarineCork sono infatti a impatto ambientale zero: totalmente naturali e derivati da un sottoprodotto degli alberi, che non devono essere tagliati per la produzione. Il lavoro di ricerca per l’ottimizzazione del risultato è stato lungo, ma ora possiamo vantare per il nostro rivestimento una garanzia di 5 anni, di molto superiore a quella generalmente offerta per il teak o per altri materiali sintetici.

LN – Cosa distingue il vostro materiale dagli altri?

FE – Resistente ai raggi solari e agli ambienti salini, il sughero MarineCork è estremamente leggero, pesa circa un terzo in meno del rivestimento in teak, e questo ad esempio sulle grandi barche a vela, da regata o meno, fa la differenza, e gradevole a piedi nudi, grazie alla sua naturale morbida elasticità.

Inoltre, è un antiscivolo eccezionale: più si bagna e più aumenta il grip. Sotto al sole altri materiali si riscaldano in modo eccessivo, il sughero, essendo un isolante termico, mantiene invece una temperatura ottimale. Per questo è utile per proteggere dal freddo e dal caldo gli ambienti sottostanti i ponti, così come dal rumore, dato che è anche un buon isolante acustico.

Il processo produttivo da noi ideato, rendendolo impermeabile, evita che si macchi anche con prodotti come caffè o nero di seppia. E in caso di eventuale danneggiamento, la riparazione è semplicissima: basta infatti posare una toppa leggermente più grande della superficie rimossa e inserirla a pressione, come la tessera di un puzzle. Il sughero, elastico, fa combaciare perfettamente i bordi e diventa così solidale con il resto del rivestimento.

LN – E dal punto di vista della posa in opera e della manutenzione?

FE – La posa è estremamente semplice: gli elementi possono essere tagliati – anche fai da te – per seguire l’andamento curvilineo degli scafi, con un sensibile risparmio di tempo e di spesa rispetto a un rivestimento tradizionale. E la manutenzione è praticamente inesistente.

Certo il materiale al sole si schiarisce, come una normale essenza lignea, e questo è anche il bello della sua naturalità (alcuni clienti mi hanno chiesto addirittura una texture pre-invecchiata al sole). Ma anche dopo anni di incuria basta una leggera scartavetratura e la superficie torna nuova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. Angela Stanzione ha detto:

    Salve . Sarei interessata vs prodotto per la mia barca a vela di 14 metri con il ponte interamente in teak. Vorrei però conoscere il prezzo (al mq?).grazie

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione