Motori coi fiocchi per la pilotina “Borea” del Corpo Piloti di Genova

La nuova pilotina “Borea”, in uso al Corpo Piloti del Porto di Genova, è motorizzata da FTP Industrial

5 settembre 2013 | di Redazione Liguria Nautica

È motorizzata da FPT Industrial (la società di Fiat Industrial dedicata alla progettazione, produzione e vendita di motopropulsori per applicazioni veicolari industriali, stradali e off-road, nonché di motori per applicazioni marine e power generation) la nuova pilotina “Borea” del Corpo Piloti del Porto di Genova. L’imbarcazione è uno dei tanti importanti segnali di ripresa dell’attività dopo il tragico crollo della torre Piloti avvenuto lo scorso 7 maggio.

 

I Piloti del Porto di Genova sono in attività 24 ore su 24, tutti i giorni, in qualsiasi condizione meteo-marina. Il loro compito consiste nel salire a bordo delle navi in avvicinamento o in partenza dal porto di Genova per affiancare il comandante durante le manovre. Le pilotine vengono utilizzate nel complesso per circa 8000 ore l’anno e debbono essere sempre pronte a partire e in perfetta efficienza. I motori sono sollecitati intensamente con continui innesti di marcia e con improvvise richieste di potenza e altrettanto rapide decelerazioni.

 

Giovanni Lettich, capo pilota del Porto di Genova, afferma: “Operiamo all’interno dei bacini portuali di Genova, Multedo e Voltri, abbordiamo le navi mentre si trovano in navigazione, a circa due miglia dal porto e saliamo senza farle fermare, è un momento molto delicato, la manovra è pericolosa e la nostra vita è nelle mani dei nostri mezzi. Dobbiamo quindi avere sempre la massima prontezza di risposta del motore e una totale sicurezza di funzionamento. Abbiamo motorizzato una prima imbarcazione con motori FPT qualche anno fa e siamo rimasti così soddisfatti che abbiamo deciso di utilizzarli su tutte le nuove pilotine. Siamo molto soddisfatti dell’affidabilità e della durata dei motori FPT”.

 

Sulla nuova unità navale sono installati due motori FPT C90 620 appartenenti alla Serie Cursor. Sono unità diesel con una cilindrata di 8,7 litri e 6 cilindri in linea, in grado di erogare 620 cv per uso diportistico e 500 cv (omologati Rina) per uso professionale. Sono equipaggiati con sovralimentazione a turbocompressore e post refrigerazione dell’aria. Grazie all’alimentazione con iniezione elettronica Common Rail, erogano molta potenza salvaguardando sia i consumi di carburante, sia le emissioni e si contraddistinguono altresì per i bassi costi operativi e la semplicità di manutenzione.

 

La nuova pilotina era stata ordinata prima del drammatico incidente di Genova e non appartiene quindi alla serie di imbarcazioni che sostituiranno quelle affondate e che saranno motorizzate da FPT con un contributo speciale in aiuto al Corpo Piloti.

 

Alla cerimonia di inaugurazione della nuova pilotina hanno partecipato le autorità del Porto e della città di Genova. I motori sono stati forniti dalla Naval Motor Botti, concessionaria FPT Industrial per la Liguria e la Toscana, e installati dal Cantiere Navale Orsa Maggiore di Porto Torres.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione