Nautica, settore strategico del Made in Italy

Segnali allarmanti per la crisi del settore nautico dall’ufficio studi di UCINA

29 gennaio 2010 | di Redazione Liguria Nautica

crisi_nautica“Allarme rosso” per il mercato tricolore della nautica. La crisi c’è e sta diventando sempre più stringente proprio ad inizio d’anno, nonostante il Governo dichiari di essere all’uscita del tunnel. L’ufficio studi di UCINA (Unione nazionale dei cantieri nautici) stima che il 35% dei dipendenti delle 500 aziende associate siano attualmente in CIG. La filiera della nautica, è un settore strategico del made in Italy, tant’è che genera oltre 6 miliardi di fatturato annuo ed impiega 35 mila addetti (salgono a 120 mila insieme all’indotto).

I dati sono emersi da un recente incontro svoltosi a Genova, promosso dal gruppo “Piccola Industria”, sotto l’egida del numero uno di UCINA, Anton Francesco Albertoni. Soprattutto la “piccola nautica” rischia lo stallo, tornando indietro di diversi anni sotto il profilo produttivo, occupazionale ed economico. Segnali importanti di sostegno alle aziende del comparto, proprio in questo periodo di crisi, sono attesi soprattutto dal Governo nei prossimi mesi.

Alberto Morici

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione