Nessuna condanna per i 198 fusti tossici persi in mare

Il fatto non sussite: questo l'esito del processo. Decade l'accusa di disastro ambientale

18 Marzo 2015 | di Redazione Liguria Nautica

Bidoni tossici Gorgona

Il processo sui 198 fusti tossici persi nel mare al largo di Gorgona, 71 di questi mai recuperati, si è chiuso senza condanne: i tre imputati sono stati assolti. Il “fatto non sussiste”: questo l’esito del processo svoltosi a Livorno, decade così l’accusa di disastro ambientale contestata in concorso al comandante della nave Pietro Colotto, 65 anni, a Salvatore Morello, 49, responsabile del magazzino della Isab, produttrice del rifiuto, e a Mario Saccà, 57 anni, spedizioniere della merce-rifiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

2 commenti

  1. Danilo ha detto:

    Ma perché non fanno vedere la faccia di quei giudici che difendono i delinquenti?
    Avranno anche loro dei figli e magari dei nipoti che andranno al mare e mangeranno anche del pesce
    Possibile che la giustizia in Italia non trionfa mai?
    Ti dicono che il fatto non sussiste ma chi ha perso quei fusti?
    Chi li ha prodotti?
    Chi li ha spediti?
    ci sono già tre colpevoli anzi quattro mettiamoci anche chi non applica la legge in modo onesto e trasparente

  2. Sandro ha detto:

    E’ UNO SCHIFO.E’ UNO SCHIFO.E’ UNO SCHIFO.E’ UNO SCHIFO.E’ UNO SCHIFO.E’ UNO SCHIFO.
    E’ UNO SCHIFO.E’ UNO SCHIFO.E’ UNO SCHIFO.E’ UNO SCHIFO.E’ UNO SCHIFO. all’infinito !!!!!!!!!!!!

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione