Nigeria, scoppia la guerra dei megayacht tra miliardari FOTO

Guerra a colpi di megayacht a Lagos tra l’uomo più ricco d’Africa, il nigeriano Aliko Dangote, e l’amico multimilionario Femi Otedola. Dangote si è comprato un megayacht in tutto e per tutto simile a quello dell’amato rivale, solo molto più grande. Nel 2009 i due magnati nigeriani erano stati protagonisti di una querelle, poi si sono avvicinati. Si tratterà di un’amichevole sfida?

23 Gennaio 2013 | di Redazione Liguria Nautica

All’uomo più ricco d’Africa (e, secondo Forbes, il 76mo più ricco del mondo, con 11,2 miliardi di dollari di patrimonio), Aliko Dangote, magnate della farina dello zucchero e del cemento, è stato appena consegnato un nuovo yacht di extralusso: su alcuni blog nigeriani è stato segnalato l’arrivo a Lagos del megayacht a bordo di un cargo Intermarine.

 

Non si sa nulla sulla superbarca, se non che si chiama “Mariya”, è caratterizzata da un design decisamente “sporty” ed è molto più piccola rispetto ai “mostri” marini posseduti da multimiliardari come Roman Abramovich, Andrey Melnichenko o Paul Allen.

 

Sotto, le foto dell’arrivo del “Mariya” di Aliko Dangote nelle acque di Lagos e l’imbarcazione ormeggiata vicino al “Nana” dell’amico Femi Otedola (fonte immagini lindaikeji.blogspot.it). La foto a destra ritrae Aliko Dangote (a sx), l’uomo più ricco d’Africa, in compagnia di Femi Otedola [nggallery id=255]

 

Ma quello che colpisce è vederla ormeggiata accanto a quella di Femi Otedola, amico di Dangote e anch’egli facoltoso businessman (è CEO di Africa Petroleum Plc e chairman della Zenon Petroleum and Gas Ltd), nelle banchine di Walter Carrington Crescent (Victoria Island), nella laguna di Lagos: “Mariya” sembra essere pressoché la copia di “Nana” (nome assegnato allo yacht da Otedola in onore della moglie), solo più grande, come a sottolineare la superiorità di Dangote nei confronti di Otedola.

 

Eppure i due sono buoni amici: si sono avvicinati dopo un duro scontro datato 2009 che aveva visto Otedola accusare Dangote di aver rotto un gentleman agreement impedendo alla Zenon Petroleum di acquisire la filiale nigeriana della Chevron, colosso statunitense del petrolio. Chissà se adesso Otedola raccoglierà la sfida ordinando uno yacht ancora più grande di quello dell’amico-rivale.

 

Eugenio Ruocco

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione