"Basta immobilismo e tempi morti. E' ora di fare!"

E' l'appello del neopresidente dell'UCINA Confindustria Nautica Massimo Perotti a governo e istitituzioni. Il Ministro dei Trasporti Lupi "stiamo lavorando".

19 maggio 2014 | di Redazione Liguria Nautica

L’elezione di Massimo Perotti a Presidente di UCINA Confindustria Nautica nell’ambito del Satec tenutosi a Santa Margherita Ligure è stata l’occasione per ribadire l’estrema necessità di interventi legislativi per regolare e rilanciare il comparto nautico italiano. Secondo uno studio dell’Osservatorio Nautico Nazionale reso pubblico nell’occasione, infatti, Il ritorno degli oltre 40.000 diportisti “persi” nel triennio 2011-201, a causa di misure penalizzanti per il settore successivamente corrette, porterebbe al recupero di posti di lavoro fino ad oltre 11.000 unità e ad un gettito fiscale per le casse dell’erario fino a 393 milioni di Euro, considerando l’IVA e le accise sulla spesa del diportista, imposte, tasse e contributi relativi ai posti barca e l’IVA sulla vendita di unità da diporto.

 

Lo stesso neopresidente di UCINA ha ribadito : “Non c’è più tempo per l’attesa e l’immobilismo servono misure concrete e tempestive che ridiano fiducia ai nostri imprenditori e al mercato”. Anche Liguria Nautica qualche mese fa aveva sollevato la questione ponendo 10 quesiti direttamente al Presidente del Consiglio Matteo Renzi senza ottenere alcuna risposta. I rappresentanti delle istituzioni presenti a Santa Margherita hanno solo preso alla lontana il cuore del problema. Per il Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi:  “Dobbiamo dare il segnale: la nautica e’ un’eccellenza per il paese e il turismo del diporto è un’altra eccellenza. Dobbiamo fare tornare i turisti a visitare le nostre coste e per fare questo occorre non criminalizzare questo settore”. La ricetta del Presidente della Commissione Trasporti e Telecomunicazioni della Camera, Michele Meta si chiama invece Sportello Telematico del Diportista: ” snellire le pratiche, semplificare le procedure, superare le duplicazioni, azzerare la proliferazione del cartaceo, fermare le truffe con un sistema antifrode. Una tappa cruciale di questo cammino è certamente l’istituzione dello Sportello Telematico del Diportista, che rappresenterà per la nautica ciò che sta rappresenta per l’auto, e manca davvero poco. ”

 

Sarà. Tutti al lavoro, tutto pronto. Ma di provvedimenti reali nemmeno l’ombra. Quando si deciderà di abbattere una volta per tutte l’Iva al 10% come su tutti i servizi turistici? Il Ministro Lupi l’ ha definita una proposta di “buonsenso”. E’ già una conquista!  Quando invece si smetterà di pagare la più alta tassazione sui carburanti d’Europa? A quando un progetto generale di investimenti sulle infrastrutture portuali? Sono domande purtroppo che cadono ancora nel vuoto.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti

  1. Crasta Gavino ha detto:

    Buongiorno a causa di tutto questo sistema terroristico contro la nautica io unica realtà in Italia esclusiva posti barca agevolati noleggi e tutto ciò che riguarda il multiscafi sono costretto dopo venticinque anni di attività fatti con tanto Amore a non riuscire nemmeno a pagare la concessione demaniale della mia struttura,,,,perché questo sistema fiscale ci ha fatto scappare via tutti i clienti,
    Io ho smesso vergognosamente di pagare le tasse. Non li ho!!
    Mi chiedo ma è mai possibile che nessuno si renda conto?
    Scusate il mio sfogo ma l’acqua alla gola fa male
    Grasta Gavino

  2. Antimo Mele ha detto:

    Bene Perrotta sembra voglia impegnarsi seriamente, mettendo in evidenza alcune problematiche negative che esistono da sempre in questo settore.
    Forse sarebbe altrettando positivo, parlare del prossimo salone nautico di Genova, perché ad oggi, si corre il rischio di fare una fiera di provincia, dove la gente va per comprare qualche pentola e mangiare un panino.
    Caro presidente Perrotta, faccia qualcosa per invogliare i cantieri e tutto l’indotto a ritornare a Genova, lei in questo momento deve dare un segnale forte, altrimenti Cannes distruggerà Genova.

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione