North Sardinia Sail è la prima azienda di charter nautico in Sardegna: “Noleggiare una barca? Oggi è alla portata di tutti”

North Sardinia Sail è la prima attività produttiva della Sardegna nel settore del noleggio delle imbarcazioni da diporto, con un fatturato di 6.700.000 euro. NSS Charter tra le prime 400 aziende della Sardegna

26 Aprile 2021 | di Giuseppe Orrù
North Sardinia Sail è la prima azienda in Sardegna di charter nautico
Simone Morelli, fondatore di North Sardinia Sail

La North Sardinia Sail è la prima azienda in Sardegna di charter nautico. NSS si conferma, infatti, la principale realtà produttiva nel settore del noleggio di imbarcazioni da diporto in Sardegna, con un fatturato di 6,7 milioni di euro e 53 dipendenti. E’ quanto emerge dallo studio della Nuova Sardegna, riportato su “Top 1000”, l’inserto sulle principali realtà produttive dell’isola che prende in considerazione i bilanci 2019 nei diversi settori economici e quindi nel periodo antecedente la pandemia da Covid-19.

NSS Charter si classifica in 385ª posizione tra le aziende sarde, un risultato importante per un’azienda che concretizza il suo operato durante la stagione estiva, con un trend in crescita rispetto al 2018, quando la società di charter olbiese aveva raggiunto il 476° posto.

Il charter nautico – spiega il fondatore della NSS, Simone Morellirappresenta una realtà molto importante sia a livello nazionale che sardo. Nell’isola operano circa 30 società per un totale di oltre 300 imbarcazioni e 2.500 posti letto, e nel triangolo Cala dei Sardi-Porto Rotondo-Portisco c’è il 12% dell’offerta charter nazionale“.

Numeri che generano un indotto considerevole per l’industria del turismo e delle vacanze. “Il Covid – sottolinea Morelli – ha purtroppo spezzato la tendenza ma, nonostante tutto, il settore si sta difendendo grazie al fatto che la barca oggi rappresenta uno dei modi più sicuri per trascorrere le proprie vacanze“. Le parole di Morelli sono confermate dai dati di Confindustria Nautica, che dimostrano come la ricerca di distanziamento stia dando una forte spinta al noleggio di imbarcazioni.

Inoltre, la vacanza in barca a vela oggi è alla portata di tutti. Un esempio? Se volessimo noleggiare una barca 10 metri con 3 cabine e 6 posti letto ad agosto (quindi in alta stagione), il conto si aggirerebbe intorno ai 1.200 euro a settimana, quindi meno che una casa vacanze. Se fossero tre coppie, quindi, una per cabina, la spesa per il noleggio sarebbe di 400 euro a coppia (200 euro a testa), meno di 70 euro al giorno per navigare in libertà, in sicurezza e lontano dagli assembramenti estivi.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. divelions ha detto:

    Peccato che il conto non tenga Conto degli “eXtra”.
    E..se non c’é nessuno che abbia la patante nautica?Dunque,bisogna avere una persona(skipper)per portare la barca.
    E..se non bastasse solo lo skipper,ma bisogna avere altri marinai?(ad Agosto,a caro prezzo,si sà!)
    E..se l’assicurazione,non fosse inclusa?
    E se..bisogna aggiungere le tasse di stazionamento,se s’intende andare nelle acquee,dell’arcipelagos della Maddalena(addesso che poi hanno affidato la riscossione dei balzelli ad una ditta esterna,figuriamoci.Quelli alle 00,01,ti vengono a cercare per pagare il giornaliero.)
    E se..non viene calcolato il consumo di carburante,se c’é bonaccia,e non si viaggia a vela?
    E se..non vengono conteggiate le derrate alimentari?
    Certo,che se rimanete fermi in porto,molte di queste spese,non vengono conteggiate,naturalmente!Allora sì,che conviene.BUONE VACANZE..

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione