Salone Nautico, ecco cosa cambierà nella prossima edizione

Più visibilità ai brand, rafforzato il format delle prove a mare, nuovi layout espositivi

6 Agosto 2012 | di Redazione Liguria Nautica

Pubblichiamo integralmente il comunicato con cui Ucina Confindustria Nautica svela nel dettaglio agli espositori le novità del prossimo Salone Nautico Internazionale di Genova.

 

“Gentilissimi Espositori, a pochi giorni dalla chiusura delle iscrizioni e dopo averli condivisi con il nostro Consiglio Direttivo, vogliamo illustrarVi gli obiettivi raggiunti ad oggi e la configurazione del prossimo Salone Nautico Internazionale di Genova.

 

L’oggettiva difficoltà del comparto e la drastica contrazione del mercato italiano si fanno sentire e non risparmiano aziende storiche ma, dalle presenze confermate, emergono importanti indicatori che testimoniano la centralità della manifestazione nel panorama delle manifestazioni fieristiche internazionali del settore.

 

Il Gruppo Azimut-Benetti, il Gruppo Ferretti, Sanlorenzo S.p.a., il Gruppo Beneteau, Jeanneau e Brunswick Boat Group, fra i principali player della nautica mondiale, hanno infatti mantenuto se non rafforzato i propri investimenti per la partecipazione al Salone, occupando da soli oltre 18.000 mq. in superficie espositiva. Anche i brand storici della nautica italiana, da Apreamare a Fiart Mare hanno confermato la loro presenza investendo in quello che continuano a ritenere uno dei primi saloni nautici a livello mondiale.

 

Potenziato e rafforzato inoltre il format delle prove in mare. Nella nuova Marina una particolare

disposizione dei pontili consentirà a tutte le imbarcazioni dell’area di effettuare le prove in mare e agli espositori di avere una corrispondenza esatta tra esposizione a terra e in acqua nonché di allestire aree di accoglienza per i proprio clienti. Gli ottimi risultati raggiunti nella passata edizione ci hanno portato a potenziare il numero delle imbarcazioni che potranno essere provate a Genova: ad oggi hanno già confermato 100 imbarcazioni contro le 25 della scorsa edizione, dato che evidenzia la validità ed il successo di un format sempre più efficace nelle manifestazioni fieristiche di settore.

 

Il settore della vela sarà rappresentato al Salone Nautico Internazionale con una percentuale che

rappresenta il mercato di riferimento superiore all’80%. Rinnovato il layout che offrirà al visitatore un ideale percorso dalla passione per il mare all’esperienza concreta del navigare. Grazie a un progetto speciale realizzato insieme alla Federazione Italiana Vela, già all’ingresso del salone, nell’area all’aperto di fronte al Pad. C, sarà allestito il Villaggio olimpico e paraolimpico di Weymouth, che darà al visitatore la possibilità di immergersi nella magia dei giochi olimpici e di provare concretamente la vela nell’attigua piscina allestita per i più piccoli.

 

Il percorso toccherà poi il Teatro del Mare, palcoscenico per incontri con scrittori e personaggi del mondo dello sport, proseguirà nelle aree all’aperto con un’esposizione di vele d’epoca, entrerà nel Padiglione D dedicato interamente agli accessori della vela per raggiunge poi l’esposizione in acqua che copre tutta le banchine A e C. L’esperienza della vela si conclude allo Stadio del Mare, luogo da sempre preposto alle attività di prova e di formazione, che quest’anno vedono la “joint venture” tra il Progetto Giovani della Fondazione Carige e Navigar m’è dolce, la campagna promozionale che da otto anni UCINA conduce per la promozione della nautica e della cultura del mare su tutto il territorio nazionale.

 

Volto nuovo anche per il Padiglione C. L’area tradizionalmente dedicata agli accessori e alla

componentistica sarà rinnovata nel format e nel layout e, con oltre 10.000 mq di esposizione, si propone come spazio interattivo che garantirà la miglior visibilità ai brand di questo segmento. Un’area centrale sulla quale si affacciano gli spazi espositivi dei principali brand dell’abbigliamento tecnico legato al mondo della nautica è la prima importante novità del layout del Padiglione. Pensato come un temporary show space in cui si alternano presentazioni di prodotto, sfilate, conferenze e momenti di confronto realizzati secondo un preciso calendario, il nuovo format del Padiglione C darà agli espositori la possibilità di interagire direttamente con i visitatori in modo dinamico e innovativo.

 

I principali brand dell’abbigliamento tecnico, gli espositori di accessori e di componentistica troveranno in questo spazio l’ambito in cui organizzare presentazioni strutturate delle loro novità in una nuova formula espositiva che consentirà di dare ampia visibilità al prodotto e supportare al meglio il posizionamento dei brand in esposizione.

 

Il programma degli eventi andrà ad interfacciarsi con il calendario delle iniziative previste presso il Teatro del Mare che, a sua volta, trova proprio all’interno del Padiglione C una nuova collocazione al centro della kermesse. Tra gli eventi più attesi, la presentazione dei finalisti selezionati per partecipare alla terza edizione del Nautical Design Award, il riconoscimento all’eccellenza italiana nel mondo della nautica, creato da Yacht & Sail e organizzato in partnership con ADI, l’Associazione per il Disegno Industriale.

 

Il Padiglione C conferma comunque il suo ruolo di area dedicata agli incontri B2B con gli operatori esteri che, nell’ambito dell’accordo di settore per la promozione e il sostegno all’export tra UCINA e Ministero dello Sviluppo Economico, ICE e Liguria International, ospiterà missioni di incoming da numerosi Paesi tra cui la Russia, la Turchia, il Brasile e il Middle e Far East, aree che oggi rappresentano i principali nuovi mercati per la nautica da diporto.

 

La 52° edizione del Salone Nautico Internazionale di Genova avrà quest’anno un magazine ufficiale

realizzato da Emotional Advertising, l’agenzia che realizza i magazine ufficiali delle più importanti fiere a livello nazionale (Salone del Mobile, Pitti Immagine, Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, Motor Show, Salone Internazionale del Gusto, Heineken Jammin’ Festival, etc.). Oltre che al Salone, il magazine sarà distribuito sui treni Freccia Rossa, negli aeroporti di Roma e negli hotel a 4 e 5 stelle di Genova e dintorni.

 

Confermata inoltre l’edizione 2012 di GenovaInBlu che dopo il successo dello scorso anno si presenterà con un calendario di iniziative che vedranno un’integrazione ancora maggiore tra quartiere fieristico e tessuto urbano e si articoleranno in diverse location cittadine. Sul sito www.genovainblu.it è possibile visionare sin d’ora il calendario degli eventi in programma nei nove giorni di manifestazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

2 commenti

  1. Gaetano ha detto:

    Sono pienamente in accordo con Andrea. Da tempo il nostro salone e’ a rischio.Ancora una volta si ragiona con mentalita’ da “Scagno”.Tra poco a Genova resteremo noi anziani unitamente alle badanti….e basta!

  2. Andrea ha detto:

    Sorrido leggendo questi comunicati..al limite del ridicolo…come mai non si dice che cantieri italiani strategici come Cranchi e Sessa non parteciperanno ? come mai non si dice che il salone di Cannes sta attraendo risorse, espositori, cantieri e visitatori a scapito di Genova ? Il salone di Genova ha perso la competizione con Cannes a causa del conflitto di interessi insito in Ucina, ha perso per l’ineguatezza di strutture, trasporti, accoglienza della città, ha perso perchè Cannes è un salone semplicemente migliore, perchè Cannes è una location migliore. E da italiano e da operatore nella nautica mi spiace..ma le crisi servono a questo..a far emergere i migliori e a scartare le inefficienze.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione