Pesca di frodo praticata nel mare di Pianosa

In una segnalazione inviata a Parco nazionale, Capitaneria di Porto, Corpo Forestale dello Stato e ministeri dell’ambiente e dello sviluppo economico, si spiega come si stia compiendo un "saccheggio di un’area marina a tutela integrale, che è anche zona di protezione speciale dell’Unione Europea"

11 Giugno 2015 | di Redazione Liguria Nautica

Pesca di frodo

E’ in corso un vero e proprio assalto al mare di Pianosa da parte delle imbarcazioni da pesca delle marinerie della costa toscana. Questo quello che viene segnalato da pescatori e operatori marittimi a Legambiente Arcipelago toscano. L’associazione in questi giorni sta sollecitando il ministero dell’Ambiente per l’attivazione del sistema di video sorveglianza, al fine di avere una maggiore tutela.
In una segnalazione inviata a Parco nazionale, Capitaneria di Porto, Corpo Forestale dello Stato e ministeri dell’ambiente e dello sviluppo economico, si spiega come si stia compiendo un “saccheggio di un’area marina a tutela integrale, che è anche zona di protezione speciale dell’Unione Europea, le accuse sono le stesse già più volte denunciate da Legambiente negli anni passati: ovvero pesca di frodo.

 

La presidente di Legambiente Arcipelago Toscano, Maria Frangioni, sottolinea che: “da quanto ci vene riferito da diverse fonti, questi pirati del mare stanno facendo mattanza di dentici e di altro pesce pregiato, distruggendo la fauna marina di un’Isola che lo Stato Italiano ha deciso di proteggere integralmente affidandone la gestione al Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano”.

La presidente Frangioni conclude con una sollecitazione rivolta al ministero dello sviluppo economico: “In una situazione così delicata, sembra incredibile che il progetto di videosorveglianza marina di Pianosa del Parco nazionale – già approvato, finanziato e pronto per diventare operativo-  risulti bloccato al ministero dello Sviluppo Economico per una questione di frequenze, pertanto si invitano gli Enti preposti a sbloccare immediatamente la richiesta del Parco nazionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

Eventi e fiere

Pesca d’altura: al via l’Angler Festival

L'Angler Festival si terrà dal 29 luglio al 8 agosto, tutti i giorni dalle 9:30 alle 18:30 presso la banchina del cantiere Sno Yachts di Olbia. Una manifestazione che riunisce i molti appassionati di pesca d'altura

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione