Prince Abdulaziz, il luxury yacht più grande del XX secolo, è a Genova! FOTO

Ormeggiato alla Marina Molo Vecchio, fa la sua porca figura il Prince Abdulaziz, yacht di 147 metri appartenente alla famiglia reale saudita. Fino al 2006, è stata l’imbarcazione privata più grande del mondo!

12 Luglio 2012 | di Redazione Liguria Nautica

Quando è stato varato, nel 1984, con i suoi 147 metri di lunghezza era lo yacht privato più grande del mondo. Stiamo parlando del Prince Abdulaziz, l’imbarcazione top della “flotta” appartenente alla famiglia reale saudita, ormeggiata in questi giorni alla Marina Molo Vecchio. Ha mantenuto per 23 anni il record, fino a quando, nel 2006, non ha visto i natali lo yacht Dubai, dello sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, vicepresidente degli Emirati Arabi Uniti e monarco costituzionale di Dubai. Quindi a tutti gli effetti il Prince Abdulaziz può essere considerato il più grande luxury yacht del XX secolo.

 

Il primo armatore è stato il re d’Arabia Fahd: in seguito alla sua morte nel 2005 l’ownership è passata al fratello Abdullah ibn Abd al-Aziz. Progettato dalla Maierform e costruito in Danimarca, dalla Helsingør Værft, ha un baglio massimo di 18,3 metri (neanche tanti, rispetto alla lunghezza!) e un pescaggio di 4,9 metri. La propulsione è affidata a due generatori diesel Pielstick da 5.816 kW che consentono allo scafo di raggiungere una velocità massima di 22 nodi, a fronte di una velocità di crociera di 18 nodi.

 

In periodo di piena attività, lo yacht richiede un equipaggio che va dalle 60 alle 65 persone. Il layout interno è stato curato da David Nightingale Hicks, celebre interior designer inglese scomparso nel 1998.

 

Fotogallery di Liguria Nautica riproducibile previa citazione della fonte con link attivo

[nggallery id=165]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. Narese ha detto:

    Oggi il Prince Abdulaziz si trova “solo” al quarto posto tra gli yachts privati.

    Infatti lo yacht privato più grande e’ Eclisse (162,5 metri) di Abramovich, seguito da Dubai (162 metri) di Maktoum ed in terzo posto troviamo Al Said (155 metri) del Sultano dell’Oman, Qaboos. Quest’ultimo e’ proprietario anche di una “barchetta” appoggio di pochi metri (5) più “piccola” e di un’altro yacht il Loaloat Al Behar (un Picchiotti) di “soli” 104 metri costruito nel 1982 ,che a suo tempo era uno dei più grandi yachts privati al mondo.

Potrebbe interessarti anche

Nautica

Liguria Nautica in inglese. Live now!

  • 19 Giugno 2020

Online la versione internazionale di Liguria Nautica, dove tutti i giorni vengono pubblicate in inglese le principali le notizie dal mondo della nautica, con una attenzione particolare ai megayacht

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione