Quando il refitting è un’arte. Viaggio nei Cantieri Navali di Sestri

Ai Cantieri Navali di Sestri prestigiose imbarcazioni sono tornate a navigare in tutto il loro originario splendore

6 agosto 2019 | di Giuseppe Orrù

Nati a metà degli anni Cinquanta, soprattutto per la demolizione e la manutenzione di chiatte e rimorchiatori, i Cantieri Navali di Sestri hanno avviato la riconversione rivolta al diporto verso la fine degli anni Ottanta. Fulvio Montaldo, in cantiere già dal 1989, è l’anima di questa realtà, che occupa un’area di 22mila metri quadrati con ovviamente uno sbocco a mare ben protetto, tra i più sicuri di tutto il Golfo di Genova.

Ma il grande vantaggio dei Cantieri Navali di Sestri è quello di essere vicinissimo alla Marina Genova Aeroporto, il nuovissimo polo nautico con posizione strategica nel Mediterraneo. Da quando è stato inaugurato, sempre più armatori e comandanti scelgono i Cantieri Navali di Sestri per i servizi di ristrutturazione, manutenzione, allestimento e rimessaggio delle proprie imbarcazioni.

Anche perché i Cantieri di Sestri pongono particolare attenzione alle tematiche di tutela e salvaguardia dell’ambiente, applicando un Sistema di Gestione Ambientale conforme ai requisiti della Norma ISO 14001. Ai Cantieri Navali di Sestri la tradizione si fonde con la tecnologia: mestieri antichi come quello del maestro d’ascia convivono infatti con una struttura di progettazione e di realizzazione al passo con i tempi. I continui investimenti mettono al servizio del cliente il meglio delle attrezzature e della professionalità.

Dalla carpenteria alla falegnameria, dalla saldatura dell’acciaio e dell’alluminio alla lavorazione della vetroresina: meccanici, elettricisti, ebanisti ed esperti in elettronica e comunicazione, collaborano anche ai progetti più impegnativi. I Cantieri Navali di Sestri dispongono di un team di professionisti specializzati composto da personale interno, che si avvale anche delle migliori competenze esterne per i lavori più delicati. In questo modo, riesce a offrire ai clienti sia continuità e rapporto umano diretto, che competenze mirate.

Con le foto di Francesco Rastrelli, ecco un viaggio all’interno di un cantiere che unisce tradizione e innovazione, nel segno della professionalità, per andare incontro alle esigenze di ogni armatore, prendendosi cura di tutte le imbarcazioni, dal natante al maxi yacht.

 

©Foto Francesco Rastrelli

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione