Quando le aziende ritornano: la storia di Rizzardi Yachts

Un marchio che abbiamo ritrovato con piacere quest'anno al Salone Nautico di Genova. Rizzardi Yachts, dopo anni difficili per tutto il comparto nautico, è tornato al Salone: il cantiere è in piena fase di rilancio e la fiera ligure era un appuntamento da non mancare. Di questo e altro abbiamo paralato con Damiano Rizzardi

12 Ottobre 2016 | di Redazione Liguria Nautica

Rizzardi Yachts è un nome che ha tracciato un pezzo di storia della nautica itaiana. Con 40 anni di attività alle spalle, e oltre 500 imbarcazioni varate, questo cantiere rappresenta una delle eccellenze del nostro comparto. Yachts 100% italiani, studiati su misura per le esigenze dell’armatore, moderni ma senza dimenticare la qualità della tradizione. Un marchio che abbiamo ritrovato con piacere quest’anno al Salone Nautico di Genova. Rizzardi Yachts, dopo anni difficili per tutto il comparto nautico, è tornato al Salone: il cantiere è in piena fase di rilancio e la fiera ligure era un appuntamento da non mancare. Di questo e altro abbiamo paralato con Damiano Rizzardi.

LN- Cosa vi ha spinto a ritornare al Salone di Genova?

D.R.Il Salone Nautico di Genova è sempre stata la vetrina storica del settore nautico a livello internazionale. Questa manifestazione ha da sempre permesso di mostrare le novità della cantieristica nazionale e non in uno scenario ed in un contesto di grande attrattiva a livello espositivo. La nostra volontà, dopo alcuni anni difficili per l’intero comparto, rimane quella di dare continuità al marchio Rizzardi anche a tutela degli armatori che hanno creduto in noi fino ad oggi e Genova rimane una manifestazione con grandi potenzialità per il comparto nautico tutto e per il nostro rilancio.

LN – Che Salone è stato?

D.R. – Abbiamo registrato segnali di positività sia in potenziali nuovi armatori sia in nostri clienti fidati graditi ospiti nel nostro stand e a bordo del nuovo sport-coupè Rizzardi 48 IN. Abbiamo riacceso contatti e proseguito trattative già avviate per via dell’interesse ricevuto anche sui nostri nuovi modelli in via di progettazione.

LN – Che riscontri avete avuto dal pubblico? Semplici curiosi o pubblico realmente interessato?

D.R. – Parecchie visite a bordo, oltretutto, rispetto agli anni del boom della nautica, da parte di persone che si sono dimostrate competenti ed attente alle novità tecniche oltre che a quelle estetiche. Sicuramente il mercato ha prodotto una “scrematura” fra gli appassionati veri e chi invece ambiva a possedere un’imbarcazione solo come accrescimento del proprio status sociale.

LN – Genova in futuro può continuare ad essere una vetrina per un marchio come Rizzardi?

D.R. – Noi crediamo fermamente in questa realtà espositiva. A livello di location e di spazi in acqua rappresenta attualmente la sede naturale ottimale sul nostro territorio. Certo, come in tutto, c’è sempre qualcosa da migliorare ma sono convinto che, con il lavoro svolto da Ucina negli ultimi anni, si possa crescere insieme ricominciando a dare lustro alla nautica italiana nel mondo.

Il nuovo Rizzardi 48IN

Il nuovo Rizzardi 48IN

LN – Quali sono i prossimi progetti del vostro cantiere?

D.R. – La nostra filosofia di produzione sarà quella della gamma “yachts custom” caratterizzata da forti connotati artigianali e qualitativi volti a soddisfare le esigenze del cliente in termini di personalizzazione di prodotto.
Il cantiere prevede altri modelli “sport-coupè” insieme a quello presentato al Salone di Genova che verranno realizzati parallelamente ad un’altra linea di grandi “open” caratterizzati da linee pulite ed eleganti proprie degli scafi che hanno decretato il successo del brand Rizzardi, tra questi il nuovo 43TL ed il nuovo 57TL.
La linea di prodotto dedicata ai flying-bridge dai 77’ a 122’ piedi è rinnovata nello stile e nel design continuando la tradizione dei modelli “Posillipo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione