Reati fiscali per Flavio Briatore: condanna e confisca del Force Blue

Il Force Blue di Flavio Briatore era stato sequestrato a La Spezia nel 2010. L'accusa principale riguarda il mancato pagamento dell'imposta Iva dal 2006 al 2010

14 Luglio 2015 | di Redazione Liguria Nautica

Condanna per Flavio Briatore: 1 anno e 11 mesi con la condizionale per reati fiscali legati al noleggio dello yacht Force Blue che fu sequestrato dalla Guardia di finanza nel maggio 2010 al largo della Spezia. Questo il verdetto dei giudici del tribunale penale di Genova che hanno anche disposto la confisca dello yacht.

L’accusa mossa dai pm Patrizia Petruzziello e Walter Cotugno per Flavio Briatore e per gli altri quattro imputati è quella di avere usato il megayacht per uso diportistico in acque territoriali italiane dal luglio 2006 al maggio 2010 senza versare la dovuta Iva all’importazione per 3,6 milioni di euro. Inoltre di avere indicato l’uso di carburante come esente dalle accise mentre doveva essere soggetto a imposte, e di emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Pronta la risposta dell’l’avvocato difensore di Flavio Briatore, Massimo Pellicciotta: “proporremo appello e ci batteremo fino alla fine”.
Sono stati condannati anche due degli altri tre imputati, ovvero gli amministratori della Autumn Sailing Limited, proprietaria del megayacht che si sono avvicendati nel tempo: Laurence Eckle Teyssedou è stata assolta perché il fatto non costituisce reato, mentre Dominique Warluzel è stata condannata a un anno e undici mesi, infine Maria Pia De Fusco a cui è stata commissionata una multa di 7 milioni di euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. LO STATO E GLI ARMATORI
    CENCIO DISSE MALE DI STRACCIO
    Una nazione seria che vuole contrastare gli evasori e far lavorare i Cantieri Navali ,deve fare leggi che agevolano la nautica da diportodopo senza fare i furbini pescare i furbetti e

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione