Capitanerie e Ucina: nuove sinergie per il diporto

Il Salone di Genova ha ospitato ieri mattina il primo impegno ufficiale dell'Ammiraglio Marco Brusco

11 ottobre 2010 | di Redazione Liguria Nautica

guardia_costieraIl 50° Salone Internazionale della Nautica di Genova ha ospitato ieri mattina il primo impegno ufficiale dell’Ammiraglio Marco Brusco, nuovo Comandante Generale delle Capitanerie di porto Guardia Costiera. L’Ammiraglio, legato alla città della Lanterna per esserne stato Comandante  del porto, nel ringraziare il Dr. Anton Francesco Albertoni, Presidente UCINA per l’invito, ha presenziato un incontro con i media e l’utenza del diporto nautico .

 

Un’occasione di confronto per illustrare il ruolo delle Capitanerie di porto nello sviluppo della nautica consapevole e ribadire come i diportisti e non solo, considerino la Guardia costiera un reale punto di riferimento, capace di far fronte alle loro specifiche esigenze. “Dobbiamo continuare a lavorare insieme agli amici dell’UCINA, ai media, alle associazioni e alle federazioni sportive del settore  – ha dichiarato l’Ammiraglio Brusco – nelle specifiche attività di formazione e informazione, chiavi vincenti nella prevenzione di quegli atteggiamenti che generano il soccorso, pericolosi per l’interessati e spesso dannosi per l’ambiente marino che rappresenta per noi un altro importante impegno istituzionale in specialmodo nel controllo delle aree marine protette Da parte nostra, e questo è un impegno che mi sento di assumere in prima persona, dobbiamo sforzarci ad essere ancor meno burocrati cercando di compenetrarci nelle esigenze dell’utenza del mare in generale e in particolare di quella dei diportisti ”. Un concetto pienamente condiviso dal Presidente Albertoni che ha aggiunto “ Sono ormai anni che tra noi UCINA e le Capitanerie di porto esiste una costante collaborazione. Fanno fede i tanti progetti portati a termine, come ad esempio il Vademecum per il leasing della nautica da diporto, e le iniziative che insieme stiamo elaborando come l’informatizzazione dei registri dedicati al diporto nautico, l’esame per la patente nautica unificato e a quiz, la revisione del regolamento d’attuazione del Codice della Nautica da diporto. “ Il presidente Albertoni ha poi accennato a quelli che sono i primi risultati della manifestazione. Nonostante il tempo non abbia aiutato i visitatori del Nautico, che hanno comunque affollato gli stand,  posso affermare che la ripresa del settore è già cominciata, testimoniata dagli importanti contratti firmati dai cantieri. Esprimendomi da marinaio dico che stiamo tenendo la rotta e il brutto della burrasca sta passando

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione