SPECIALE NAUTICO – In visita al villaggio olimpico della FIV

La FIV punta molto sui giovani verso Rio 2016, ma grande attenzione viene dedicata anche al Kite, la Tartaglini e la Linares ci stanno pensando

11 Ottobre 2012 | di Redazione Liguria Nautica

La Federazione Italiana Vela, smaltita la delusione olimpica, ha puntato molto sull’edizione 2012 del Salone Nautico, soprattutto per quanto riguarda la promozione giovanile. Oltre alla solita zona prove, dove i futuri velisti possono provare i 555, è stato allestito un mini villaggio olimpico con le barche degli atleti azzurri che sono andati a Weymouth. Grande divertimento anche in vasca, dove i piccoli velisti possono provare gli optimist animati dai ventilatori.

 

 

 

 

Molta attenzione all’interno del villaggio è stata dedicata al Kite surf, futura disciplina olimpica, dove molto si sta lavorando per capire quale sia la formula di regate migliori da portare a Rio. Per l’Italia del Kite si sta cercando di individuare gli atleti che possone essere interessati a cambiare disciplina e a puntare sulla tavola acrobatica. Abbiamo parlato con l’istruttrice federale presente al Salone, che ha conquistato le simpatie dei bambini facendogli provare l’imbracatura da Kite,  per fare un punto della situazione. Come ci ha spiegato, qualsiasi atleta che provenga da un’altra classe olimpica ha la preparazione tattica e la giusta confidenza con l’acqua per intraprendere con successo la strada del kite. Dalle voci che arrivano pare che Laura Linares e Flavia Tartaglini ci stiano pensando seriamente: passata la delusione per l’esclusione del windsurf da Rio 2016 le due atlete di punta azzurre si sono già allenate sulle nuove tavole e le sensazioni sono state positive.

 

Inevitabilmente la vela italiana sta vivendo questo momento di transizione con grande apprensione: il quadriennio olimpico che è appena iniziato si prevede ricco di incognite in vista di Rio, con la vecchia guardia che lascia spazio e tanti giovani di belle speranze attesi da esami severi a livello internazionale. Sicuramente la FIV con il progetto “Rio 2016” sta facendo un grande lavoro e i risultati a livello giovanile sono arrivati, ma il gap da colmare per essere competitivi con il livello delle regate olimpiche viste a Weymouth, in questo momento appare davvero enorme. Quattro anni non sono molti ma possono bastare per preparare una buona squadra: l’Italia sogna una medaglia dopo le imprese di Sensini e Devoti, è un sogno fattibile? Ai giovani la risposta.

 

Mauro Giuffrè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

Vela

Yamaha diventa fornitore ufficiale della Federazione Italiana Vela

  • 12 Luglio 2019

Con la scelta di Yamaha, la FIV potrà contare su una fornitura esclusiva di motori fuoribordo dalle prestazioni di livello superiore e su un partner dotato di una rete di assistenza tecnica capillare su tutto il territorio nazionale e a livello mondiale

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione