Tall Ships al via in condizioni "da duri"

12 Aprile 2010 | di Redazione Liguria Nautica

far barcelonaL’inizio della Garibaldi Tall Ships Regatta 2010 non ha potuto contare su una giornata bella come le precedenti, quando le ventitrè splendide regine del mare erano visitabili al Porto Antico. Ieri Eolo, Nettuno e Giove Pluvio si sono messi d’accordo per rendere la vita difficile ad equipaggi ed organizzatori. La parata di velieri davanti alle coste genovesi ha sofferto delle condizioni meteomarine: lo scirocco forte ha sgranato la flotta, a danno della spettacolarità, e l’onda formata ha  scombussolato non pochi stomaci. Ma decine di anni fa, in questi casi si navigava senza alcun problema, ed in effetti le Tall Ships si sono dimostrate pienamente all’altezza. Vedere una miriade di braccia al lavoro per alzare una vela è stato uno spettacolo degno di un’altra epoca, quando di winch idraulici e lazy jacks non si sentiva ancora parlare. Peccato però che il tempo abbia costretto al rientro anticipato spettatori e giornalisti, meno abituati a rollii e beccheggi, e che la pioggia abbia disincentivato il pubblico a terra: pochi coloro che si sono affacciati su Corso Italia o dallo scoglio dei Mille, da cui partì la storica impresa garibaldina. Anche la Nave Italia, che accompagnava i velieri nella tratta Genova-Camogli (da dove poi sarebbe iniziata la regata alla volta di Trapani), abbia dovuto far ritorno in porto prima del previsto, a causa di alcuni mal di mare a bordo. Ad ogni modo, quando gli enormi brigantini Pogoria e Kaliakra sfrecciano a vele spiegate, e le golette Oosterschelde e Tecla fendono le onde, l’emozione è forte. I pochi stoici rimasti a godersi lo spettacolo sono stati premiati, ma hanno dovuto fare i conti con la classica “ramata” d’acqua che li ha accolti al rientro a Genova. Com’era il proverbio? Tall Ships bagnata, Tall Ships fortunata? Speriamo.

 

Eugenio Ruocco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione