Tassa barca in Francia: la copia del cattivo esempio italiano

Sulla falsa riga dell’esempio italiano, la tassa barca è in arrivo anche in Francia che non agirà direttamente sulla barca ma sugli ormeggi: sono previsti rincari fino a 110 euro

1 Agosto 2013 | di Redazione Liguria Nautica

La tassa barca francese sulle imbarcazioni da diporto, approvata nella legge finanziaria, non agisce direttamente sulle barche ma sugli ormeggi dei marina. Serge Pallares, presidente della Federazione dei porti turistici francesi, ha presentato un dossier al ministro del bilancio Bernard Cazeneuve nel quale si evidenzia una misura che non tiene conto della lunghezza della barca e che finirà per colpire soprattutto i proprietari di piccole imbarcazioni.

 

Ecco come funziona: a ogni posto barca sarà addebitato un costo aggiuntivo di 110 euro l’anno, per i porti del Mediterraneo, 80 euro per gli altri porti francesi e 50 euro per i porti non marittimi. La tariffa è fissa per ogni tipo di ancoraggio, la norma non prende in considerazione la dimensione delle imbarcazione. Una barca di 8 metri, ad esempio, che oggi paga 800 euro l’anno vedrà crescere del 20% il costo dell’ormeggio.

 

In un’intervista al quotidiano Le Figarò, il presidente della Federazione francese dei porti turistici afferma: «Tutti i quattro milioni di marinai francesi sono penalizzati dall’aumento dei prezzi. Contrariamente alle voci che circolano nei corridoi del Parlamento, non tutti i diportisti sono ricchi. Non capisco la scelta del governo di far pagare le barche più piccole come quelle grandi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

Il flop dei porticcioli liguri: è fuga verso la Francia

  • 14 Agosto 2013

Nel pieno della stagione estiva i porti turistici della Liguria sono semi vuoti, a parte le sagome dei grandi yacht; ancora non si registra l’inversione di tendenza rispetto all’annus horribilis 2012 e i piccoli diportisti fanno rotta verso la Francia

Mercato nautica

Tassa barca, bisogna pagarla entro il 31 maggio

  • 29 Maggio 2013

Anno nuovo, stessa tassa. Nulla è cambiato e l’imposta di possesso sulla barca va pagata: e occhio a farlo entro il 31 maggio se volete evitare salassi fuori programma!

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione