Tassa sulla barca, in questi Marina la ammortizzi

Prima di mollare gli ormeggi per abbandonare l'Italia e la sua tassa sulla barca, guardatevi intorno: alcuni porticcioli offrono condizioni estremamente vantaggiose ammortizzando la "gabella ammazzanautica"

17 gennaio 2012 | di Redazione Liguria Nautica

Dal 1° di maggio entrerà in vigore la famigerata tassa sui diritti di stazionamento delle imbarcazioni. Per contrastare la fuga – già in atto – di imbarcazioni verso i porti delle nazioni limitrofe, i marina delle coste italiane propongono iniziative che consentano di ammortizzare il costo della gabella.

 

Un importante esempio di questa tendenza che sicuramente prenderà piede nell’arco dei prossimi mesi lo abbiamo qua in Liguria: Marina di Loano, la struttura portuale realizzata nella cittadina ligure su iniziativa del Gruppo Fondiaria SAI, lancia un’offerta dedicata al mercato del diporto per ammorbidire il costo della nuova tassa di stazionamento.

 

La promozione, infatti, è modulata su vari livelli in rapporto alle dimensioni delle imbarcazioni; sono inoltre previste condizioni particolarmente vantaggiose per quanti acquisteranno un nuovo posto barca e per i turisti stranieri che vorranno ormeggiare a Marina di Loano.

 

«Da sempre la mission di Marina di Loano è quella di ricercare la massima soddisfazione possibile dei propri clienti – dichiara il direttore della Marina Marco Cornacchia – anche in questo frangente, pertanto, abbiamo cercato soluzioni mirate ad agevolare il mercato in un momento difficile per la nautica italiana, mantenendo nello stesso tempo  i nostri assoluti standard di qualità».

La promozione di Marina di Loano sarà in vigore fino 29 Febbraio 2012.

 

Anche Marina di Varazze segue questa tendenza, lanciando il progetto denominato MdV Full Yachting Care 2012, che si occupa della barca a 360°, con un carnet di lavaggi gratuiti e un servizio di antivegetativa per chi stipulerà contratti di ormeggio annuali e biennali.

 

Il Marina Arechi di Salerno si prepara a lottare contro l’effetto della tassa, pagando, a chi deciderà di acquistare il suo posto barca entro l’estate 2012, la tassa di stazionamento per sei mesi all’anno e senza alcun onere aggiuntivo, mentre il porto turistico di Fano, Marina dei Cesari offrirà condizioni vantaggiose e con tariffe agevolate, decurtando, ma sarebbe meglio dire rimborsando, in tutto o in parte, il valore della tassa a chi firmerà un contratto d’affitto di due anni entro fine aprile, o entro il 2012 per chi è già un cliente del Marina.

 

Anche in Sicilia, al Marina di Portorosa (Messina) sono stati ideati alcuni pacchetti personalizzati,, chiamati “Terra-Acqua”, che permettono agli armatori di scegliere liberamente quanti mesi tenere la barca in acqua e quanti a terra, evitando così il pagamento giornaliero della tassa Monti.

 

CLICCA QUA PER SAPERE QUANTO COSTA LA TASSA SULLA BARCA

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione