Tassa sulle imbarcazioni oltre i 6 metri, l'ultima "sparata" di Scilipoti

L'onorevole ex Italia dei Valori lancia una proposta assurda nell'ambito degli emendamenti alla manovra: tassare indistintamente le barche sopra i 6 metri

7 Settembre 2011 | di Redazione Liguria Nautica

Che la manovra finanziaria ideata dal governo faccia acqua da tutte le parti è dimostrato dall’esplosione di proteste e manifestazioni in tutto il Paese, lanciate dalle più svariate categorie economiche. Nel caos di piccoli e grandi emendamenti proposti, non sarà passato inosservata, ai diportisti, la sparata dell’onorevole (inteso come qualifica istituzionale, non certo come aggettivo) Domenico Scilipoti. Il leader del movimento di Responsabilità Nazionale, che, dopo essere uscito dall’IDV, ha dato il suo sostegno al vecchio nemico Silvio Berlusconi, ha proposto “un articolo 2 bis della manovra che preveda una tassa annuale di possesso, a decorrere dal 2012, per gli yacht e le imbarcazioni a motore e a vela con motore ausiliario da diporto di lunghezza superiore ai sei metri”.

 

Scilipoti ha trovato un geniale modo per fare cassa, da buon omeopata esperto di fiscalità quale è, tassando senza distinzioni chiunque possieda una barca superiore ai 6 metri. Sia un J-24 o un Sanlorenzo di 40 metri poco cambia. Si tratta di un lusso, l’ha deciso lui. Un provvedimento che, nel caso fosse preso in considerazione, contribuirebbe all’affossamento di un settore che in Italia, pur costituendo la quinta fonte di bilancio, soffre di continue generalizzazioni (diportisti uguale evasori) e viene considerato un pozzo da cui pescare in periodi di scarsità di risorse.

 

 

Caro Scilipoti, ma deve ricordarglielo Anton Francesco Albertoni, presidente di Ucina, che “l’80% del parco nautico è formato da scafi con valore di acquisto inferiore a quello di un’utilitaria”?

 

Eugenio Ruocco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

3 commenti

  1. parigi 1989 ha detto:

    Scilipoti, chi? troppa pubblicità a una persona de genere!

  2. barbara ha detto:

    Grazie Onorevole, lei si che ha a cuore il destino di oltre 90.000 persone che operano nella nautica, forse si è dimenticato che un paese con circa 7400 km di coste ha una naturale predisposizione per lo sviluppo nautico che andrebbe incentivato e non ostacolato. Ci venga a trovare al salone di Genova, venga ad incontrare i cantieri italiani, l’associazione che ci rappresenta ed salga a bordo a visitare i ns. prodotti che portano per il mondo l’eccellenza del made in Italy. Pensi all’indotto e non alla demagogia e si confronti con la categoria se non consosce come è evidente la materia.

  3. Ciro ha detto:

    Penso che l’On. Scilipoti debba pensare a ridursi lo stipendio ed a rinunciare alle agevolazioni che ha, piuttosto che affossare le imprese della cantieristica italiana che già soffrono più di tutte l’incalzare della crisi mondiale. VERGOGNA!! Purtroppo qui in Italia siamo maestri nel mettere in condizioni imprenditori e cervelloni a dover scappare in altri paesi per poter affermare il proprio valore. VERGOGNA!!

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione