Torna a galla la Costa Concordia

Sono appena iniziate le operazioni di rigalleggiamento della Costa Concordia in vista della definitiva traversata dall'Isola del Giglio al porto di Genova.

14 luglio 2014 | di Redazione Liguria Nautica

Come anticipato nei giorni scorsi da Liguria Nautica sono iniziate infatti le operazioni di rigalleggiamento della Costa Concordia in vista del suo definitivo trasferimento a Genova. L’equipe di ingegneri e tecnici agli ordini del deus ex machina ed esperto di recuperi “impossibili” Nick Sloane ha inaugurato infatti questa mattina le prime fasi di un lavoro che dovrebbe durare, salvo sciagurati intoppi, per almeno una settimana. Il programma è articolato in diversi step: in primo luogo la Concordia verrà riportata a galla di due metri in modo da poterla spostare agevolmente di circa 30 metri verso est. A questo punto, dopo un accurato controllo degli impianti a bordo, verrà alleggerita di parecchie tonnellate, dalle iniziali 30.000 tonnellate passerà a circa 1.000 tonnellate. In seguito verranno riposizionati alcuni cassoni che saranno riempiti di aria compressa e svuotati dall’acqua. Da questo momento inizierà il rigalleggiamento vero e proprio con la verifica della stabilità complessiva del relitto.

 

Completata questa fase entreranno in scena i rimorchiatori che manovreranno la prua della nave verso est. Finita questa delicata operazione la Costa Concordia sarà pronta finalmente per l’attesa traversata dall’isola del Giglio verso Genova Voltri. L’imbarcazione sarà infatti “scortata” da almeno altri dieci mezzi navali ma a trainarla saranno solo due rimorchiatori con una rilevante capacità di tiro. Per l’ultimo viaggio della Concordia sono state allestite due rotte alternative di circa 200 miglia.

 

Ecco le impressioni di Nick Sloane che dalla cabina di controllo dirige le operazioni: “Nervoso? Un po’. Oggi scopriremo se i nostri calcoli erano giusti o, almeno, quanto i dati si riveleranno distanti dalle nostre previsioni. Il tempo è buono . Non resta che sfruttare le buone condizioni meteo per compiere il distacco dalla piattaforma. Entro questa sera speriamo che la nave si sia stabilizzata”. Anche il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti ha voluto dire la sua: “Il programma è rispettato nei minimi termini. In particolare riguardo guardo la tutela ambientale noi abbiamo ipotizzato ogni evenienza. E per ogni evenienza una risposta al problema. Mi aspetto che non ci sia bisogno di mettere in atto tutte quelle misure di precauzione che abbiamo ipotizzato, ma se ce ne fosse bisogno noi siamo pronti”.

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

Costa Concordia: rimossa la prima piattaforma

  • 28 luglio 2015

E' stata rimossa la prima delle sei piattaforme utilizzate per appoggiare la Costa Concordia. Sono state usate per facilitare la rotazione dell'imbarcazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione