Camogli, donna travolta e uccisa in mare: proseguono le indagini

Proseguono le indagini sull'incidente al largo di Camogli che è costato la vita a una donna di 49 anni, Vittoria Castellini, travolta e dilaniata dall'elica un gozzo di 10 metri venerdì scorso

2 agosto 2013 | di Redazione Liguria Nautica

Fuori il porticciolo di Camogli, in provincia di Genova, nel pomeriggio si è consumata una tragedia sotto lo sguardo di testimoni increduli.

 

Vittoria Castellini, 49 anni, madre di due figli, era una provetta nuotatrice. Venerdì, come spesso accadeva, dopo il lavoro presso l’hotel Continental di Santa Margherita ligure, si era fermata a Camogli per una nuotata prima di tornare a casa sua, a Sori. I carabinieri e la polizia municipale sono risaliti a lei solo ieri, dopo avere ritrovato la sua borsetta su una spiaggia di Recco. La donna era entrata in acqua dalla spiaggia dei Frati e aveva nuotato per diverse centinaia di metri verso levante, in direzione di Camogli, prima di essere travolta da un gozzo cabinato di dieci metri condotto da uno skipper di Camogli. Sono stati proprio i passanti, testimoni dell’accaduto, a dare l’allarme ai soccorritori e alla capitaneria di porto.

 

La donna è morta sul colpo, dilaniata dall’impatto fatale con la barca. Sulla dinamiche dell’investimento che le ha stroncato la vita indaga il pm Silvio Franz, che deve far luce sulla vicenda e capire se l’uomo al timone del motoscafo stesse navigando alla distanza consentita dalla costa. L’uomo ha finora affermato di non essersi accorto di avere investito la donna. I test tossicologici e alcologici a cui è stato sottoposto hanno dato risultato negativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. maurizio ha detto:

    Buongiorno,
    purtroppo non dovrebbero avvenire questri drammi, vorrei far presente che la medesima pericolosita’ la corrono i subaquei, il galleggiante che utilizzano e’ poco visibile propongo di aumentarne le dimensioni e colore piu’ acceso, grazie
    saluti

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione