Trump nel 1990 mise in vendita il megayacht perché sommerso dai debiti

A riportare il retroscena fu già nel maggio 1990 il New York Times. Il futuro Presidente USA era sommerso dai debiti e in pochi mesi cedette il megayacht e la sua compagnia aerea

9 Novembre 2016 | di Redazione Liguria Nautica

Donald Trump è il nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America, una notizia che ha sconvolto il benpensante mondo occidentale. Ovviamente non siamo qui per parlare della politica USA, ma per raccontarvi un interessante retroscena di quello che da oggi va considerato come l’uomo più potente del pianeta.

Trump aveva un Benetti di 282 piedi, circa 85 metri, il Trump Princess, e nel 1991 fu costretto a venderlo, a quanto pare perché sormontato dai debiti. Proprio così: l’imprenditore spaccone, il nuovo macho a stelle e strisce, arringatore della folla, fautore di una dubbia dialettica dai toni autoritari, si fece portare via una delle barche più belle al mondo dai creditori. Chiariamo subito una cosa, Trump di nautica non capiva nulla e sostanzialmente non gliene fregava molto. Il megayacht era per lui solo un simbolo di lusso e una potenziale fonte di guadagno con il business del gioco d’azzardo.

Come riportato infatti da un articolo del New York Times datato 11 maggio 1990, l’ultimo decennio dello scorso secolo non iniziò esattamente in maniera rosea per l’attuale Presidente degli Stati Uniti. L’allora uomo d’affari, dedito agli investimenti nel settore dei casinò, aveva acquistato il gioiello Benetti nel 1989. A venderlo era stato il Sultano del Brunei, che a sua volta lo aveva ricevuto come garanzia di un prestito dall’uomo d’affari saudita, dedito al commercio di armi, Adnan M. Khashoggi.  Già dopo poco più di un anno le cose andavano male. Il mercato dei casinò subì infatti una contrazione a inizio anni 90′, fatto che causò a Trump una sensibile riduzione degli affari e inevitabili debiti.

L'ex Trump Princess

L’ex Trump Princess

Il Presidente nel frattempo aveva “sobriamente” trasformato il megayacht in un casinò galleggiante ormeggiato all’Atlantic City Marina. Sta di fatto che in pochi mesi il futuro Presidente cedette la sua compagnia aerea, la Trump Shuttle, e successivamente anche la Trump Princess.

Ufficialmente non venne mai fatto il minimo accenno ai debiti, ma piuttosto alla volontà del buon Donald di fare costruire la nuova Trump Princess, che sarebbe dovuta essere il più grande megayacht mai costruito sulla terra. La barca non venne mai costruita,  in fin dei conti a Trump più che la nautica interessava il lusso di un grande casinò galleggiante dove produrre utili a molti zeri.

 

Scheda tecnica Trump Princess

Cantiere: Benetti

Anno di costruzione: 1979

Lunghezza: 85 mt

Larghezza: 13,25 mt

Immersione: 4,72 mt

Progetto: John Bannemberg

Progetto interni: Luigi Sturchio

Materiale: acciaio e alluminio

Motorizzazione: 2xNorthar Polar 3000hp

Velocità massima: 20 nodi

Cabine: 11

Equipaggio: 40

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. Tealdo Tealdi ha detto:

    era il Nabila, se non sbaglio

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione